Matteo Ricci, chi è il centrocampista dello Spezia convocato in Nazionale da Mancini

Matteo Ricci è arrivato in Nazionale a 26 anni: scopriamo la sua storia ed il percorso fatto per giungere a questo traguardo.

La storia di Matteo Ricci sembra il canovaccio di una favola applicato al calcio. Cresciuto nel settore giovanile della Roma insieme al fratello gemello Federico, viene portato in prima squadra da Luis Enrique nella stagione 2011/2012 e convocato in due occasioni come membro della panchina, ma non ha mai esordito in competizioni ufficiali. Nel suo periodo alla Roma ha conquistato una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, ma non è mai sceso in campo.

Ancora 19enne, nel 2013/2014 scegli di retrocedere di qualche categoria (va a giocare in prima categoria con il Grosseto) pur di giocare titolare, mentre il fratello Federico, considerato dall’ambiente romano un predestinato, viene gettato nella mischia da Rudy Garcia in 4 occasioni. Negli anni successivi Matteo continua la sua gavetta tra Serie B e Lega Pro, mentre il gemello gioca titolare nella serie cadetta con il Crotone diventandone uno degli uomini simbolo. Federico sembra definitivamente sbocciato e ottiene un posto fisso nell’Under 21.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Matteo Ricci, la gavetta nelle serie inferiori e l’esplosione in A con lo Spezia

Nel 2016 Federico viene acquistato dal Sassuolo ed ha l’occasione di consacrarsi nella massima serie: gioca 24 partite e mette a segno 2 reti, ma non convince del tutto la società che comincia a girarlo in prestito in Serie A e Serie B. Matteo continua invece a mettere su esperienza e risulta determinante per la promozione in B del Pisa di Gattuso. Negli anni seguenti la parabola dei due gemelli s’inverte, Matteo continua crescere in Serie B, prima con la maglia del Perugia e poi con quella di Salernitana e Spezia. Con quest’ultima conquista la promozione in Serie A e quest’anno si conferma un talento emergente del nostro calcio, giocando un campionato da assoluto protagonista.

Leggi anche ->Rafael Tolói, chi è il difensore italo-brasiliano convocato per la prima volta in Nazionale

Anche il gemello è partito come calciatore del massimo campionato quest’anno, con De Zerbi che lo ha trattenuto in estate per inserirlo nella rotazione dei titolari. Tuttavia Federico non ha trovato molte occasioni per mettersi in mostra, mentre il gemello è rimasto un titolare inamovibile dello Spezia. Adesso è giunta anche un’inattesa convocazione in Nazionale maggiore, insieme a tutti i migliori talenti del calcio italiano. Un grande risultato per un ragazzo che in questi anni è stato considerato il meno dotato dei fratelli Ricci. Adesso tocca a Federico rincorrerlo, per poter realizzare il sogno comune di giocare insieme in Nazionale.