Nasceva oggi Harry Houdini, la verità sulla morte dell’illusionista

Il celebre Harry Houdini è ancora popolarissimo a quasi un secolo di distanza dalla sua scomparsa. Cosa sappiamo sulla sua controversa morte.

Houdini
Harry Houdini Foto dal web

Houdini, un nome una leggenda. Lui è il celebre illusionista ed escapologo, il più famoso che la storia abbia mai conosciuto. E la figura di questo mago capace di tramutare l’impossibile in possibile ha visto tantissime opere filmiche e letterarie incentrate sulla sua figura.

Leggi anche –> Mandrake, noto mago indiano, prova il numero alla Houdini e finisce male

Nato a Budapest il 24 marzo 1874, il suo vero nome era Erik Wisz. Fu anche un attore e molto presto si trasferì negli Stati Uniti con la sua famiglia. Lui aveva appena 4 anni quando ciò avvenne. Questo gli valse una prima, sostanziale modifica al nome. Era consuetudine infatti per gli immigrati del tempo cambiare la propria identità allo scopo di apparire ‘più americani’.

Erik Weisz divenne così Ehrich Weiss. Il nome Harry Houdini fu scelto per esigenze di scena ed è da ricondurre al mago francese Jean Eugène Robert-Houdin. Ma quel nome d’arte divenne poi effettivo ai sensi di legge nel 1913. Ormai tutto il mondo conosceva Erik come Harry Houdini.

Leggi anche –> Andrew Basso, chi è l’illusionista: carriera e curiosità

Houdini, la controversa circostanza della sua morte: incidente o avvelenamento?

Famoso per l’abilità mostrata nel liberarsi da catene, lucchetti, manette, camice di forza, corde, il celeberrimo illusionista fece discutere anche per quella che fu la circostanza della sua morte.

Leggi anche –> Giucas Casella: età, vita privata e carriera dell’illusionista

Il decesso avvenne a causa di una peritonite scaturita dalla rottura dell’appendice, il 31 ottobre 1926. All’epoca lui aveva 52 anni. Sembra che due settimane prima l’illusionista abbia ricevuto un potente pugno all’addome, inferto da uno studente universitario durante una visita di Harry all’ateneo di Montreal.

Era ben nota anche la capacità del mago di incassare i colpi, ma quella volta l’escapologo originario dell’Ungheria venne preso alla sprovvista. Tuttavia non ci sono prove riguardo ad una connessione tra questo trauma e la grave e fatale lesione interna emersa pochi giorni dopo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Si pensa invece che la causa della morte possa essere un avvelenamento, dal momento che l’illusionista era un fervente attivista nello smascherare santoni, spiritisti e ciarlatani. Anche un suo pronipote, George Hardeen, ritiene che il suo celebre avo sia stato eliminato quasi cento anni prima da chi gli era avverso.

Foto dal web