Stasera in tv Ghost, i segreti del film cult: quello che ancora non sapete

Ghost, celebre film diretto da Jerry Zucker nel 1990, riscosse un incredibile successo di pubblico diventando un grande classico. Ma ha ancora tante cose da raccontare… 

Alzi la mano chi non ha mai visto il film Ghost. La pellicola cult degli anni 90 racconta una storia unica nel suo genere che è entrata ormai nell’immaginario collettivo, grazie alla maestria di Jerry Zucker e al suo eccezionale cast. Eppure, non tutti sanno tutto sulla struggente storia d’amore tra Sam e Molly.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Tra le pieghe di Ghost

Partiamo da Molly. Per il suo ruolo venne inizialmente contattata Meg Ryan, che rifiutò. Anche Nicole Kidman fece un provino per la parte, ma alla fine fu scelta Demi Moore per la sua capacità di piangere con entrambi gli occhi.

Sempre per il ruolo di Molly, prima che la scelta ricadesse su Demi, furono prese in considerazione Michelle Pfeiffer, Kathleen Turner, Kim Basinger, Debra Winger, Geena Davis, Jennifer Jason Leigh e Madonna.

Leggi anche –> Lutto nel cinema, morta Amelia McQueen, star del film cult Ghost

Lo sceneggiatore Bruce Joel Rubin volle invece Patrick Swayze per la parte di Sam dopo aver visto un’intervista in cui l’attore era scoppiato in lacrime nel ricordare il padre morto. Rubin pensò che se un macho come lui riusciva a commuoversi pensando a una persona cara scomparsa, era perfetto per il ruolo del fantasma Sam.

Il regista Jerry Zucker, tuttavia, riteneva che Patrick non andasse bene per quel ruolo. Contattò quindi, tra gli altri, Paul Hogan, Tom Hanks, Kevin Bacon, Mel Gibson, Dennis Quad nonché l’allora marito di Demi Moore, Bruce Willis. Tutti rifiutarono la proposta, convinti che interpretare un fantasma non fosse un granché. A quel punto il regista fece fare un provino a Swayze e ogni dubbio si sciolse. Quanto a Whoopi Goldberg, venne scelta da Zucker per il ruolo della sensitiva Oda Mae su suggerimento dello stesso Swayze, fan accanito dell’attrice.

Leggi anche –> Patrick Swayze, chi era l’attore americano: età, foto, carriera

Patrick Swayze ha raccontato che per anni, dopo l’uscita di Ghost, le donne lo avvicinarono chiedendogli di dire “idem” (uno dei tormentoni del film). L’attore ha inoltre confessato che il ruolo di Sam è stato il più difficile della sua carriera, perché in quanto fantasma doveva limitarsi a osservare, senza interagire con nessuno. Carriera che, come noto, è stata troncata anzitempo: Swayze è morto nel 2009 per un tumore al pancreas a soli 57 anni. Anche Vincent Schiavelli, il caratterista italo-americano che nel film interpreta il fantasma della metropolitana, è deceduto nel 2005 per un tumore, sempre a 57 anni.