Incendio nel campo profughi, almeno 15 morti e 400 dispersi

Incendio nel campo profughi Rohingya in Bangladesh: muoiono anche bambini. Ong accusano: intrappolati dal filo spinato

Incendio

Un terribile incendio ha distrutto un campo profughi Rohingya a Cox’s Bazar, una città nel sud-est del Bangladesh. Almeno 15 persone sono morte e altre 400 risultano disperse, secondo i dati ancora provvisori delle Nazioni Unite: “Quello che abbiamo visto, con questo fuoco, è qualcosa mai visto prima. È enorme e distruttivo ”, ha detto Johannes Van der Klaauw, capo dell’Alto Commissario per i rifugiati in Bangladesh. “Questo è il più grande incendio dall’afflusso dei Rohingya dall’agosto 2017”, ha detto il vice commissario per i rifugiati Shamsud Douza. Per ora il bilancio provvisorio è di 560 feriti, circa 400 dispersi e almeno 45mila sfollati. L’Ufficio internazionale per le migrazioni (IOM) ha promesso 1 milione di dollari che corrispondono a poco meno di 850.000 euro, in aiuti immediati. Si stima che ci vorranno altri 20 milioni di dollari per soddisfare i bisogni più urgenti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio mortale, è l’ultima di una serie

L’origine dell’incendio è, per il momento, sconosciuta. Le autorità locali si occuperanno dello svolgimento delle indagini. Questa è la terza volta che scoppia un incendio nei campi Rohingya in quattro giorni, ha detto un ufficiale dei vigili del fuoco. Le autorità hanno detto che l’incendio è iniziato in uno dei 34 campi, che copre più di 3.000 ettari, prima di estendersi ad altri tre campi. Per Saad Hammadi, responsabile per la regione Asia meridionale di Amnesty International, la frequenza degli incendi nei campi è una coincidenza troppo grande, soprattutto perché i risultati delle precedenti indagini su questi incidenti non sono noti.

Leggi anche > Uccisa dallo stalker, aveva già segnalato 5 volte

Alcuni sopravvissuti di Rohingya hanno indicato il filo spinato installato intorno ai campi quale causa delle perdite di vite umane. Il filo avrebbe impedito a molti residenti di fuggire dalle fiamme. La polizia ha affermato che il filo spinato non circondava l’intero campo.

Leggi anche > Ferrara, la trovano morta in casa