Donna scomparsa, svolta nelle indagini dopo mesi: c’è un arresto

Il caso della sparizione improvvisa di una giovane donna scomparsa da casa sua porta ad uno sviluppo inatteso, i dettagli.

donna scomparsa
Donna scomparsa a novembre ora c’è un arresto Foto dal web

Donna scomparsa, il caso di Khrystyna Novak si arricchisce di un dettaglio ora decisivo. Per questa vicenda, che aveva visto la giovane Khrystyna sparire di casa nottetempo a Castelfranco di Sotto, in provincia di Pisa, risulta adesso in manette un uomo.

Leggi anche –> Donna scomparsa | lei sparisce nel nulla dopo l’arresto del fidanzato

Si tratta di un individuo di circa 50 anni di età, che ora si trova in carcere con le accuse di omicidio e di soppressione di cadavere. L’arresto è scattato all’alba di martedì 23 marzo 2021. Questa persona è di cittadinanza italiana ed è originaria di Firenze.

La vicenda che riguarda la donna scomparsa risale invece alle prime ore del 1° novembre 2020. Da quella data non si hanno avuto più notizie di Khrystyna Novak. Riguardo a quest’ultima si sa che aveva 29 anni e che era originaria dell’Ucraina. Lei viveva ad Orentano assieme al proprio compagno, di professione imprenditore.

A seguito di un blitz compiuto in casa loro da parte delle forze dell’ordine per arrestare l’uomo, Krhystyna si era allontanata dall’abitazione. Il tutto senza portare alcun effetto personale di rilievo con sé, come il telefono ed il borsellino.

Leggi anche –> Omicidio Fabbri choc: “Avevamo già provato ad uccidere Ilenia due volte”

Donna scomparsa, la sparizione avvenuta dopo un blitz in casa sua

Non avere un cellulare appresso ha fatto da ulteriore complicazione per le autorità in quelli che erano stati i tentativi di rintracciarla, dal momento che sarebbe stato possibile triangolarne la posizione attraverso una analisi delle celle telefoniche del posto.

Leggi anche –> L’ex marito di Ilenia Fabbri scrive alla figlia: “Ho sbagliato, dovrò pagare”

L’arrestato è un uomo di 41 anni di nazionalità spagnola, che gestisce una azienda attiva nel settore del cuoio. La perquisizione improvvisa da parte delle forze dell’ordine aveva portato anche alla scoperta di quasi 5 chili di droga e di una serra per la coltivazione della marijuana oltre che di due pistole e di diversi proiettili.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il 41enne aveva pure rivolto un appello alla propria compagna tramite l’avvocato che lo difende, affinché lei tornasse a casa. La ragazza si trovava in Italia soltanto da qualche mese ed aveva raggiunto la madre, che lavora come badante a Brescia.

Foto dal web