Johnny Dumfries, addio all’ex pilota della Formula 1

Grave lutto nello sport: morto Johnny Dumfries, addio all’ex pilota della Formula 1, il dramma del mondo delle 4 Ruote.

(Simon Miles/Getty Images)

L’ex pilota di Formula 1 Johnny Dumfries è morto all’età di 62 anni. Lo scozzese gareggiava sotto uno pseudonimo per mascherare il suo essere aristocratico: era infatti John Crichton-Stuart, il settimo marchese di Bute. Dumfries ha trascorso appena un anno in Formula 1 nel 1986 con la Lotus, dove era un compagno di squadra di Ayrton Senna. Il suo miglior risultato è stato il quinto posto in Ungheria.

Leggi anche –> Ferrari in lutto: “Grave perdita per il team di Maranello”

Successivamente, scelse altre strade, passò alle gare di resistenza e vinse la 24 Ore di Le Mans per la Jaguar nel 1988, con Jan Lammers e Andy Wallace come suoi compagni di squadra e di avventura. Dumfries ha vinto il campionato britannico di Formula Tre nel 1984, succedendo a Senna, e ha trascorso un anno come collaudatore Ferrari nel 1985 prima di essere ingaggiato dalla Lotus.

Leggi anche –> Lutto nel mondo della Formula 1: è morto Adrian Campos

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Johnny Dumfries, il nobile dell’automobilismo

Ha ottenuto il suo posto nella squadra perché Senna ha impedito a Derek Warwick di ottenere il ruolo di secondo pilota. Il brasiliano voleva che la squadra mettesse al suo servizio il loro pieno sostegno e considerava il pilota britannico affermato di F1 come inadatto per una posizione di “numero due”. Inesperto e con il team concentrato su Senna, Dumfries ha avuto una stagione deludente, finendo solo cinque gare e aggiungendo un ulteriore punto al suo risultato ungherese con il sesto posto nella gara di chiusura della stagione in Australia.

Passò alle auto sportive, prima correndo per la Sauber, per poi passare alla Jaguar nel 1988 e poi guidò anche per i team Toyota e Cougar prima di ritirarsi dalle corse alla fine del 1991. Una dichiarazione dei familiari dell’ex pilota deceduto diceva: “Lo spirito e l’energia indomabili che Johnny ha portato nella sua vita ci mancheranno moltissimo, così come l’immenso calore e amore con cui ha abbracciato la sua famiglia”.