Francesca Manfredi morta a 24 anni: sei arresti, l’orrore che hanno commesso

Per Francesca Manfredi, la giovane di 24 anni morta per un’overdose di eroina un anno fa, arriva giustizia. Sei persone arrestate.

Francesca Manfredi era una giovane ragazza di 24 anni, morta per overdose a causa di un mix fatale di alcol e droghe il 23 agosto scorso a Brescia. La ragazza morì nel proprio appartamento, in una vasca da bagno riempita di ghiaccio da due suoi coetanei, che avevano passato la notte con lei.

Nelle scorse ore è stata resa nota un’operazione della Squadra mobile della Questura di Brescia per l’esecuzione di sei misure cautelari, emessa su richiesta del sostituto procuratore Benedetta Callea. I sei individui che sono stati arrestati “sono gravemente indiziati di aver ceduto sostanze stupefacenti a una ragazza bresciana, causandone la morte per overdose“. Francesca Manfredi è morta nella notte tra il 22 e il 23 agosto scorso, rinvenuta nella vasca da bagno del suo appartamento a Fornaci, dove viveva da pochi giorni.

LEGGI ANCHE -> Morte Gianmarco Pozzi, omicidio o caduta accidentale? Ecco la verità

LEGGI ANCHE -> Lucia Raso, ragazzo e coinquilini si accusano a vicenda: incidente o omicidio?

Sei persone indagate per la morte di Francesca Manfredi: tra le accuse anche l’omicidio preterintenzionale

Le persone presenti quella tragica notte insieme a Francesca Manfredi, invece di allertare immediatamente le autorità, si erano accorte che la giovane stava male e l’avevano messa nella vasca da bagno, ricoprendola di ghiaccio, per cercare di farla riprendere. L’autopsia ha confermato che alle 8 di sera la ragazza era già morta, ma i soccorsi sono stati chiamati soltanto due ore dopo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Gli indagati sono accusati di vario titolo di detenzione di sostanze stupefacenti, omissione di soccorso e morte come conseguenza di altro reato. La posizione più grave è quella di Michael Paloschi, un 33enne presente in casa di Francesca Manfredi quando è morta. Per lui l’accusa è di omicidio preterintenzionale per aver iniettato eroina nel corpo della vittima. Nel corpo della Manfredi sono state trovate tracce di cocaina, ketamina, benzodiazepine e cannabinoidi, oltre all’eroina che le è stata fatale.