Benno Neumair, spunta un dettaglio da brividi sulla vita coi genitori

Secondo gli ultimi sviluppi sul drammatico caso di Bolzano, i genitori di Benno Neumair avevano in qualche modo presagito la tragedia: ecco come e perché. 

In casa Neumair si respirava un clima di tensione e terrore da mesi. I genitori di Benno avevano paura di lui, tanto da far sparire coltelli e oggetti appuntiti in casa. Laura Perselli, 68 anni e il marito Peter Neumair, 63, oltre ad aver preso l’abitudine di chiudersi in camera di notte avevano addirittura iniziato a nascondere tutte quelle potenziali armi domestiche che il 31enne, colto da un impeto di follia, avrebbe potuto usare contro di loro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

I terribili sospetti dei familiari di Benno Neumair

Era stata la diagnosi dei medici a mettere in allarme i genitori di Benno: il giovane insegnante di fitness era affetto da una schizofrenia paranoide con disturbi di personalità in chiave aggressiva. Dopo quella diagnosi e il successivo ricovero, però, la mamma e il papà, entrami ex insegnanti in pensione, avevano deciso comunque di prenderlo con loro in casa, forse sperando in cuor loro che col tempo la situazione sarebbe migliorata. Purtroppo è stato un tragico errore costato loro la vita.

Leggi anche –> Benno Neumair, la follia: “Volevo solo il silenzio, ho zittito mio padre”

I due coniugi devono aver capito di essere in pericolo quando Benno, che si sarebbe dovuto sottoporre a un’apposita terapia, non aveva mai iniziato il percorso di cura. La mamma Laura aveva apertamente confessato in una lettera a un’amica di avere paura di suo figlio: “È dura abbiamo nascosto e messo via i coltelli ma in giro ci sono forbici… c’è di tutto”. Queste le drammatiche parole della donna, riportate da L’Adige.it. Quando i genitori di Benno hanno capito che il 31enne era ormai ingestibile e aveva bisogno di trovare aiuto psichiatrico, era già troppo tardi.

Leggi anche –> Benno Neumair, gli audio choc della mamma: era terrorizzata da lui