Pordenone, l’allevatore: “I cannoni dell’Esercito uccidevano i miei conigli”

Danilo Poci racconta di essere stato costretto a chiudere la sua attività, vicina al poligono di tiro del monte Ciurlec

Militari

La vicenda accaduta due giorni fa a Vivaro, dove per errore una cannonata ha distrutto un allevamento di galline, non è l’unico caso di esercitazioni finite male. Testimone di altre vicende simile è Danilo Poci, allevatore di conigli di Valeriano, sulle rive del Tagliamento: “Trentasette anni fa a me ammazzavano i conigli, nel secondo poligono italiano dopo capo Teulada”, ricorda l’allevatore. A me i militari hanno distrutto un allevamento – prosegue Poci mi hanno costretto al fallimento e a dormire in un fienile. Ma quel che ancora è peggio, dopo tanti anni di battaglie non sono riuscito ad avere un solo euro di risarcimento. Ne hanno combinate di tutti i colori pur di non darmi quello che mi spetta. Adesso mi sono rivolto al presidente Mattarella, la mia ultima speranza”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pordenone, conigli presi a cannonate

La storia sembra da film tra il comico e il drammatico. Poci aveva denunciato i pericoli ma non riuscito mai ad ottenere nulla, fino a quando il suo allevamento e la casa sono stati distrutti. “Ho sbattuto contro un muro eretto dalle Forze Armate. Io li accusavo di uccidermi i conigli e loro mi dicevano di andarmene, di spostare l’allevamento nelle retrovie. In pratica di emigrare perché dovevano fare i loro tiri al bersaglio”. Poi Poci va al racconto più dettagliato: “L’Esercito sparava dal fiume verso monte Ciurlec, a 8 chilometri di distanza. Sulla linea di tiro, a 700 metri dal punto di sparo, c’era l’allevamento con la casa. Un giorno ero rimasto a casa con la febbre. Sento uno scoppio tremendo, penso sia esploso qualcosa dentro la casa. Invece erano i cannoni in azione. Nell’allevamento trovo i conigli paralizzati, con la schiena spezzata, i piccoli schiacciati dalle fattrici”. 

Leggi anche > Ambulanza contro tir, un morto

In pratica i conigli dallo spavento iniziavano a saltare dallo spavento per lo scoppio dei cannoni fino a morire o a rimanere paralizzati. E così fino a quando ha dovuto eliminare l’attività.

Leggi anche > Incidente mortale, muore una 21enne

Photo by Spencer Platt/Getty Images)