Fabrizio Corona, una settimana di digiuno e rifiuto della vita: come è ridotto ora

Fabrizio Corona ha passato una settimana davvero devastante dopo essere stato rimandato in carcere dal magistrato di Sorveglianza.

L’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona deve scontare una pena definitiva di 9 anni ed è stato rispedito in carcere dal magistrato di Sorveglianza di Milano, il quale ha reputato che non potesse scontare il residuo di pena a casa.

Fabrizio Corona ha violato in più occasioni le prescrizioni che i magistrati gli avevano imposto e, all’udienza con il magistrato di Sorveglianza di Milano, è stato ritenuto che non sarebbe stato in grado di scontare a casa il suo residuo di pena e contestualmente curarsi dalla sua dipendenza dalla cocaina e da un disturbo della personalità. L’ex re dei paparazzi finirà di scontare il suo debito con la giustizia a settembre 2024 e, nonostante le diffide dei magistrati, invitò il suo personal trainer in pieno lockdown e non si è mai sottratto a comparsate in televisione o all’utilizzo dei social network, che gli era stato vietato.

LEGGI ANCHE -> Fabrizio Corona potrebbe uccidersi in carcere, l’allarme dello psichiatra

LEGGI ANCHE -> Lapo Elkann rompe il silenzio su Fabrizio Corona: “L’ho perdonato”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

Fabrizio Corona, la sua salute mentale peggiora

Gli avvocati che difendono Fabrizio Corona sostengono che i social dell’ex paparazzo sono gestiti dal suo staff e che è perfettamente in grado di lavorare, ma il pg Antonio Lamanna e il magistrato Marina Corti hanno ritenuto che ha infranto le prescrizioni e dovrà tornare in carcere. L’ex re dei paparazzi aveva chiesto clemenza ai magistrati, scusandosi per i suoi errori, ma no era stato sufficiente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Al momento del suo arresto, Fabrizio Corona si è lasciato andare a gesti autolesionisti pur di evitare di tornare in prigione ed è stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell’ospedale Niguarda. In seguito verrà trasferito nel carcere di Opera, dove dovrà scontare altri 2 anni e mezzo. La sua salute mentale, però, sembra essere in continuo peggioramento, com’è possibile vedere dal suo profilo Instagram, dove ha condiviso un messaggio criptico. “Sette. Come i giorni di astinenza dal cibo, dal mondo e dalla vita. Sette giorni senza gli affetti, senza il lavoro, senza poter guardare il proprio figlio, senza l’abbraccio di una madre, sette giorni all’inferno…Sospeso tra la vita e la morte“, scrive l’ex paparazzo destando ancora più preoccupazione circa il suo stato mentale.