Coronavirus 18 marzo: quasi 25mila nuovi casi registrati

Emergenza Coronavirus oggi 18 marzo in Italia: quasi 25mila nuovi casi registrati, i dati e la situazione aggiornata.

(Gabriel Kuchta/Getty Images)

Nessuna tregua da parte del Coronavirus oggi 18 marzo nel nostro Paese: l’unico dato che segna un lieve arresto è quello delle terapie intensive, che non sono cresciute come nei giorni scorsi, e anche i nuovi ingressi nei reparti più a rischio per i pazienti gravi evidenziano una decelerazione rispetto ai numeri di queste ultime settimane.

Leggi anche –> AstraZeneca, conferenza stampa Ema: la decisione sul vaccino in diretta

Partiamo proprio da questo dati: in Italia oggi ci sono oltre 30mila ricoverati, la soglia è stata superata e si contano 30.027 persone nei reparti Covid (+193 rispetto alle 24 ore precedenti). Rallenta l’aumento delle terapie intensive: sono 3.333 (+16 in 24 ore), mentre i nuovi ingressi netti risultano essere 249, scesi dunque sotto la quota dei 300 dei giorni scorsi, che aveva preoccupato molti.

Leggi anche –> Caso Astrazeneca, Speranza: “C’è fiducia, aspettiamo la risposta dell’Ema”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Dati Coronavirus oggi 18 marzo in Italia: la situazione aggiornata

Per quanto concerne i nuovi casi, c’è un nuovo boom e tornano a sfiorare quota 25mila. Nelle ultime 24 ore, infatti, si registrano 24.935 nuovi casi su 353.737 tamponi antigenici e molecolari che sono stati effettuati. Di fatto, torna a crescere l’incidenza dei tamponi positivi sul totale di quelli effettuati e passa ora al 7%. Nelle ultime 24 ore, abbiamo poi avuto 15.976 dimessi o guariti e 423 nuovi decessi, ora abbiamo 547.510 attualmente positivi, un dato in costante crescita.

Per quanto concerne i dati delle medie settimanali, da un lato abbiamo un arresto della curva del contagio, dall’altro quella dei decessi è in crescita. Infatti, abbiamo avuto nell’ultima settimana 22.528 casi in media al giorno, con un incremento del 5%, mentre i decessi medi giornalieri nell’ultima settimana sono stati 382, in crescita del 21%. Appena 100mila le dosi di vaccino somministrate: il blocco di AstraZeneca si fa sentire in maniera evidente. Vedremo cosa cambierà dopo la decisione odierna di Ema sul siero anglo-svedese.