Vita sulla Terra, tutto è nato da un fulmine: ecco la nuova teoria

Vita sulla Terra. Dagli scienziati arriva la proposta di una nuova teoria. Tutto si sarebbe originato da un fulmine. Ecco di cosa si tratta.

Questa nuova tesi è stata proposta dalle università di Leeds e Yale. Una teoria che contrasta quella precedente che voleva la Terra originata da una meteorite. Quest’ultimo avrebbe poi creato materiale organico necessario per lo sviluppo della vita sulla Pianeta.

Il nuovo studio si è originato da diverse analisi che hanno rilevato la presenza di fulmini dieci volte superiore a quella di adesso. Da questi si sarebbe poi originato del materiale sulla superficie terrestre dal quale si sarebbe originata la vita.

Vita sulla Terra: ecco la nuova teoria proposta dagli scienziati

In base alle ricostruzioni degli esperti, in due miliardi di anni sarebbero caduti sulla Terra all’incirca un quintilione di fulmini. Da questi si sarebbe poi formata sulla superficie terrestre una sostanza simile al vetro. Quest’ultima conteneva molto fosforo che ha contribuito all’emersione delle prime forse di vita.

Leggi anche -> Scienza e bambini: i progetti scientifici ampliano la loro comprensione

Una teoria che sostituisce quella dei meteoriti. Secondo gli scienziati non ne sarebbero caduti molti nel periodi in cui si è originata la Terra. Quindi questa supposizione è diventata man mano sempre più improbabile.

Riguardo ai fulmini, Hess, uno degli autori dello studio ha affermato che: “Questo lavoro potrebbe aiutarci a capire come si è formata la vita sulla Terra e come si stia ancora originando in altri pianeti simili”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Altri scienziati hanno rafforzato questa teoria dicendo che le biomolecole dalle quali sono originate le prime forme di vita sarebbe formate proprio da fosforo. Proprio i fulmini avrebbero aiutato il processo che crea il DNA, l’RNA e altre biomolecole necessarie per la vita.

Leggi anche -> Mongolia, il Fantasma delle Montagne esiste: è il leopardo delle nevi

Anche i meteoriti hanno al loro interno delle sostanze altrettanto utili ma gli esperti sono molto più propensi a credere a questa nuova ipotesi. Al momento le ricerche continuano e ci saranno presto novità a riguardo.