Picchia la moglie incinta, l’aggressione davanti ai figli piccoli

Un uomo picchia la moglie incinta e viene arrestato in flagranza, dopo un episodio di inusitata violenza contro la moglie in dolce attesa.

poliziotto arrestato a Reggio Calabria
Poliziotto arrestato a Reggio Calabria Foto dal web

Picchia la moglie incinta, e per un motivo tremendo. A Reggio Calabria un individuo è finito in manette, fermato da alcuni poliziotti chiamati ad intervenire a causa del trambusto che proveniva dall’abitazione. I vicini di casa hanno sollecitato gli agenti, che hanno trovato la scena terribile al suo culmine. L’uomo ha 41 anni e ha aggredito sua moglie, tra l’altro in dolce attesa, con gli altri loro figli piccoli che hanno assistito al tutto.

Leggi anche –> Neonato ricoverato, ha 5 giorni e ustioni tremende: genitori arrestati

Il violento finito in manette ha inferto in particolare alcuni colpi assai violenti all’addome ed alla testa della consorte. Ora deve rispondere dei reati di lesioni personali e di maltrattamenti in famiglia.

La moglie picchiata è alla tredicesima settimana di gravidanza. Stando a quanto lei stessa ha riferito alle autorità intervenute per trarre in stato di fermo suo marito, la donna è finita con l’essere scagliata a terra subendo i colpi dell’uomo, in preda ad una furia cieca. L’intervento dei poliziotti è scattato quando le violenze erano in corso.

Leggi anche –> Metadone alla figlia, ha solo 40 giorni: giovane madre indagata

Poliziotto arrestato, come stanno la moglie ed il bimbo in ventre

Per fortuna risulta che il bimbo che porta in grembo non abbia subito nessuna complicazione, dopo i soccorsi urgenti ricevuti. L’episodio è solo l’ultimo di una serie di vicende drammatiche avvenuto in ambito domestico.

Leggi anche –> Molotov fatta in casa uccide madre e quattro figli: vano il tentativo di salvarsi

Proprio lì dove una persona, e più che mai una donna incinta, dovrebbe sentirsi protetta. Invece proprio tra le quattro mura di casa casi controversi come questo hanno luogo più facilmente.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

E nel periodo della pandemia, dove le convivenze ed i problemi finiscono con l’essere esasperati, si registra da un anno ormai un aumento di situazioni di violenza.

Foto dal web