Al Bano, dichiarazioni choc sul vaccino: scoppia il caos per le sue parole

A fine marzo Al Bano dovrebbe fare il vaccino: l’uomo però non si fida, ed ha fatto sapere la sua opinione su AstraZeneca.

Nonostante lo stop in via precauzionale al vaccino AstraZeneca, al momento non è stato dimostrato alcun legame tra il vaccino e le morti dei giorni scorsi. Purtroppo, però, sono in molti ad essersi rifiutati di ricevere la loro dose (per la preoccupazione, il dubbio ed i vari articoli dai titoli allarmanti).

Troppi allarmismi, meglio aspettare

Tra coloro che ora si preoccupano per la vaccinazione c’è anche Al Bano. “Siamo pieni di allarmismi su questo vaccino, leggo i giornali e guardo la tv e mi chiedo: che facciamo con AstraZeneca?” ha commentato l’uomo. “Voglio vedere come vanno le cose. Ci sono molti punti che mi tengono un po’ lontano da questa verità. Ho sentito le due campane, se c’è incertezza preferisco aspettare”.

Leggi anche -> Prof morto dopo AstraZeneca, la moglie: “Credo nei vaccini, farò la seconda dose”

Il cantante ha dichiarato che preferirebbe di gran lunga essere vaccinato con Pfizer o Sputnik (che però, al momento, non è ancora disponibile in Italia). Sempre parlando della Russia, Al Bano si rammarica di non potersi più esibire: “in Russia hanno già ripreso a fare spettacoli, io sono in attesa di convocazione. Sono fermo da un anno, è tanto, troppo. Per fortuna ho fatto tanta tv ma come concerti se non vado errato l’ultimo che ho fatto è stato il 23 dicembre del 2019”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nella stessa intervista, Al Bano esprime anche una breve opinione sul nuovo Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana. “Draghi? Penso che sarà un uomo di grande azione positiva. L’ho incontrato una volta su un volo Mosca-Roma, e abbiamo fatto due chiacchiere”.

Al Bano