15enne partorisce mentre è lavoro, uccide bimbo gettandolo nella spazzatura

Una storia di morte e di un’adolescenza buttata, quella di una ragazzina di appena 15 anni che, dopo aver partorito, ha gettato suo figlio nella spazzatura.

Non c’è solo la terribile morte di un neonato innocente, buttato in un bidone dell’immondizia dalla sua stessa madre ma anche quella, triste e che fa rabbia, di una ragazzina rimasta incinta ad appena 15 anni, lasciata sola a partorite durante il suo lavoro. Il momento del parto dovrebbe essere delicato e gioioso non un incubo come lo è stato per la protagonista di questa storia. Ecco come è andata.

Il bambino gettato nella spazzatura era vivo

Si trovava a casa del bambino che avrebbe dovuto guardare, dato che era una babysitter, ma le cose sono andate diversamente. La 15enne era incinta e probabilmente non era in programma che partorisse così presto e soprattutto in una casa, che nemmeno era la sua. Ed è stato proprio il ragazzino che la giovane mamma doveva guardare a risultare poi fondamentale agli inquirenti per le indagini.

Leggi anche–> Neonato ricoverato, ha 5 giorni e ustioni tremende: genitori arrestati

E’ stato infatti proprio lui a dichiarare che il bambino piangeva quando stava per essere buttato nel cestino dalla neomamma. L’ha trovata al piano di sopra del suo appartamento raggomitolata in una pozza di sangue e la scusa che gli ha dato è stata che le era “uscito il sangue dal naso“. Qualche minuto dopo, la ragazza aveva avvolto un fagottino che teneva sulle gambe e il ragazzino asserisce di averlo sentito piangere e di aver visto piedi e gambe spuntare dalle coperte.

Leggi anche–> Orrenda morte di un neonato: schiacciato dai genitori ubriachi

Nessun dubbio quindi che si trattasse proprio del fagottino con il neonato, che la neommama è stata poi vista gettare nella spazzatura dietro casa. La ragazzina ha poi dichiarato agli inquirenti di non essere a conoscenza della gravidanza in corso, nonostante fosse sessualmente attiva e che fosse quindi possibile che fosse avvenuto un concepimento. Ad incastrarla, diverse ricerche effettuate su google proprio il giorno della nascita del bambino, tra cui “come tagliare un cordone ombelicale“.