Viggo Mortensen, chi è l’attore: età, curiosità, carriera, vita privata

Il famosissimo attore Viggo Mortensen ha avuto una esistenza davvero degna di un film. Sono tantissime le chicche che lo riguardano.

Viggo Mortensen come Aragorn
Viggo Mortensen come Aragorn Foto dal web

Viggo Mortensen, all’anagrafe Viggo Peter Mortensen Jr., è molto noto da molto tempo in tutto il mondo. Merito delle sue interpretazioni nel ruolo di Aragorn nella trasposizione al cinema de ‘Il Signore degli Anelli’ e di Nikolai in ‘La promessa dell’assassino’. Non tutti sanno che lui è in realtà è a tutti gli effetti di nazionalità statunitense, pur avendo un padre danese. Quest’ultimo, Viggo Sr., conobbe la futura moglie Grace Gamble Atkinson nel corso di una vacanza in Norvegia.

Leggi anche –> Dramma Marco Giallini, moglie morta per emorragia cerebrale: “Aveva mal di testa…”

La loro unione avvenne con rito luterano in Olanda e l’attore viene al mondo il 20 ottobre 1958 a New York. Vive però in diverse parti del mondo, e nello specifico in Venezuela, Danimarca ed Argentina. Qui da giovanissimo lavora in una ‘fazenda’, una fattoria, dedicandosi all’allevamento di polli. I genitori divorziarono nel 1969 e lui ed i fratelli Charles e Walter (oggi apprezzati geologi, n.d.r.) seguirono il papà a Copenaghen, mentre la madre tornò negli Stati Uniti. Di lì a poco pure Viggo ed il padre sarebbero andati negli States. Per ‘Aragorn’ sarebbe stata la prima volta. Difatti fa ritorno in Danimarca per intraprendere diversi lavori, quali il camionista, il fioraio, il cameriere, il barista. Il ritorno in Usa lo avrebbe visto determinato a sfondare come attore, cosa che effettivamente gli sarebbe riuscita.

Leggi anche –> Torna Rocco Schiavone, come era finita l’ultima stagione? Il riassunto

Viggo Mortensen, una vita da giramondo: il suo percorso

Nonostante una cicatrice sul labbro come conseguenza di una rissa giovanile, nei primi anni ’80 Viggo Mortensen riesce ad ottenere delle parti secondarie in alcune produzioni televisive a Los Angeles. Lavora ad esempio con Woody Allen, anche se la parte dove recita verrà successivamente tagliata. In ‘Platoon’ di Oliver Stone viene poi sopravanzato da Willem Dafoe per il ruolo del Sergente Elias. In tutto ciò continua a lavorare per il teatro e per la televisione, partecipando a ‘Miami Vice’ ed in altri ruoli minori. L’anno della svolta per lui è il 1991, dove, con Sean Penn all’esordio come regista, è tra i protagonisti di ‘Lupo Solitario’. Nel cast figurava anche Valeria Golino. Ed ancora eccolo in ‘Carlito’s Way’ di Brian De Palma con Al Pacino, ed in ‘Allarme Rosso’ di Tony Scott. Divide il set pure con i famosi Christopher Walken e Kevin Spacey in ‘L’ultima profezia’ ed in ‘Insoliti criminali’.

Leggi anche –> Roger Garth, chi è l’attore romano: età, carriera, vita privata

Divenne Aragorn grazie a suo figlio

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Viggo Mortensen (@viggo.mortensen.fanpage)

Il percorso compiuto nel corso di tutti gli anni ’90 fa si che il nome di Viggo Mortensen sia molto rispettato. Tanto basta per portarlo all’attenzione di Peter Jackson per le rappresentazioni su pellicola delle avventure narrate ne ‘Il Signore degli Anelli’. Tutto quanto concepito all’epoca da J.R.R. Tolkien necessita di ben tre film, con le riprese che però avrebbero condotto Viggo lontano dalla famiglia e dal figlio Henry in particolare. Lui accettò proprio perché spinto dal ragazzo, ottenendo alla fine un riscontro planetario grazie al suo Aragorn. Successivamente eccolo impegnato in ruoli sempre molto ‘crudi’, che gli fruttano puntualmente i complimenti di critica e pubblica e stabilisce un fortunato sodalizio con il regista David Cronenberg. Nella lista dei suoi tantissimi lavori svolti per teatro, cinema e televisione, si riscontra una delle sue opere più recenti.

Leggi anche –> Alien, morto Yaphet Kotto: interpretò Parker nel primo film FOTO

La vita sentimentale dell’attore e dove vive oggi

Si tratta del film ‘The Fall’, in cui è protagonista, regista e pure sceneggiatore. Mortensen Jr. però è un artista a tutto tondo, con floride esperienze anche in qualità di musicista, pittore, poeta e fotografo. Con la pubblicazione ufficiale di tante sue opere in tutti questi ambiti. Ha collaborato con Buckethead, ex chitarrista dei Guns N’ Roses, e ha fondato la casa editrice Perceval Press, grazie alla quale incoraggiare giovani talenti. Riguardo alla sua vita privata, si è sposato l’8 luglio 1987 con la cantante Exene Cervenka, dalla quale ha avuto Henry (Henry Blake Mortensen all’anagrafe) il 28 gennao 1988. Quell’unione è finita ed oggi Viggo vive con la sua nuova compagna Ariadna Gil, in Spagna. I due stanno insieme dal 2009. In entrambi i casi l’attore aveva conosciuto le due donne sul set di un film.

Leggi anche –> Gascoigne, i momenti più folli sul campo da calcio – VIDEO

Parla 9 lingue e sfuggì ad una aggressione in modo rocambolesco

Tra le curiosità che lo riguardano ci sono il suo poliglottismo non comune a tutti. Parla infatti in maniera fluente la bellezza di nove lingue: inglese, danese e spagnolo. Ed in maniera buona italiano, francese, svedese, norvegese, arabo e catalano. Nel 2002 venne ritenuto dalla autorevole rivista ‘People’ come una delle 50 persone più belle al mondo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Il fatto di avere trascorso parte dell’infanzia nell’Argentina ha fatto si che Viggo Mortensen sviluppasse un affetto per la squadra di calcio del San Lorenzo de Almagro, dai colori blaugrana. Proprio come gli spagnoli del Barcellona. Una volta, con indosso la maglia del San Lorenzo, Viggo fu scambiato per un tifoso del Barça. Peccato che i catalani siano eterni rivali del Real Madrid e che questo episodio fosse accaduto proprio nella capitale iberica. La cosa stava per costargli una aggressione ma lui sfuggì spaccando in testa ad uno dei teppisti che lo avevano preso di mira una bottiglia di vino che aveva con sé.

FOTO Getty Images