Bidello morto dopo il vaccino Astrazeneca, cosa ha svelato l’autopsia

Arrivano i primi risultati degli approfondimenti effettuati sul corpo del bidello morto poco dopo avere ricevuto il vaccino Astrazeneca. Qualcosa non torna.

Bidello morto dopo il vaccino Astrazeneca FOTO Getty Images
Bidello morto dopo il vaccino Astrazeneca FOTO Getty Images

Il bidello morto a 58 anni di età ad Acerra, in provincia di Napoli, nei giorni scorsi, era tra i membri del personale scolastico che si era sottoposto alla somministrazione del vaccino Astrazeneca. Lui si chiamava Vincenzo Russo ed il decesso era avvenuto nell’ospedale ‘Villa dei Fiori’ della località campana il 10 marzo 2021. Appena due giorni prima aveva avuto la prima dose del vaccino della quale aveva diritto.

Leggi anche –> Pregliasco durissimo: “Il primo giro di vaccini non porterà alla normalità”

La scomparsa del bidello morto ha subito creato un giustificato allarme, anche alla luce del fatto che non si tratta del primo episodio del genere. L’Autorità Giudiziaria della Procura competente di Nola ha disposto per l’immediato sequestro del cadavere oltre che per lo svolgimento di un esame autoptico, che ha avuto luogo sabato 13 marzo.

Gli incaricati del Secondo Policlinico di Napoli non hanno scoperto alcun legame tra la scomparsa dell’uomo e la presenza del vaccino all’interno del suo organismo. Ma faranno seguito ulteriori analisi sulla salma. Si sa però che la vittima era affetta da problemi di natura cardiovascolare e che in passato subì una trombosi venosa.

Leggi anche –> Arezzo, 14enne muore durante la DAD: accertamenti in corso

Bidello morto, alcuni aspetti non sono chiari

Un aspetto che andrà approfondito consiste nel fatto che i medici che avevano Russo in cura non avrebbero riscontrato la presenza di alcuna infezione quando il suo quadro clinico è precipitato.

Leggi anche –> Bassetti furioso, nel suo ospedale 500 sanitari rifiutano il vaccino

Cosa resa ancora più strana dal fatto che il numero di globuli bianchi (deputati ad attaccare qualsiasi virus esterno) fosse salito di moltissimo. E neppure il paziente aveva mostrato particolare sofferenza.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

I report riferiscono che il 58enne, subito dopo la somministrazione di vaccino Astrazeneca, aveva accusato dei malori di entità considerevole, pur non avendo la febbre, come invece capitato nella maggior parte dei casi. E di lì a poco è sopraggiunto anche un arresto cardiaco.

FOTO Getty Images