Bassetti furioso, nel suo ospedale 500 sanitari rifiutano il vaccino

Non finiscono le polemiche per gli operatori sanitari che non hanno intenzione di vaccinarsi: Bassetti furioso, la verità nel suo ospedale

Bassetti vaccini

Non si esce ancora dal tunnel con l’emergenza Coronavirus ancora molto potente. Le persone vaccinate finora sono soltanto una piccola parte dell’intera popolazione: così si sta tardando ad arrivare ad una soluzione definitiva. I prossimi mesi saranno decisivi grazie anche al nuovo piano vaccinale, messo a punto dal commissario straordinario Figliuolo. Nelle ultime ore sono arrivate nuove denunce, in particolar modo dal dottor Matteo Bassetti, primario della Clinica di Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, che ha rivelato durante Quarta Repubblica su Rete4 le difficoltà di questi giorni: “Lavoro in un ospedale in cui ci sono quasi 500 persone, il 20% che ha deciso di non vaccinarsi”.

Leggi anche –> Coronavirus, variante inglese più mortale, Burioni: “Possiamo batterla”

Poi ha aggiunto senza peli sulla lingua: “Sono davvero numeri impressionanti. Bisogna fare un’azione rapida, una legge per cui se non ti vaccini non sei idoneo al lavoro. Abbiamo il rischio grandissimo che persone che portiamo in ospedale, entrino sani per uscire malati visto che qualcuno sta decidendo di non vaccinarsi”.

Leggi anche –> AstraZeneca: l’Italia sospende il vaccino contro il Coronavirus

Bassetti furioso, c’è bisogno di una legge specifica

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Lo Stato dovrebbe così pensare velocemente ad una legge per evitare ciò che starebbe succedendo negli ospedali italiani con nuovi focolai. Così lo stesso Bassetti ha rivelato, infine, il suo punto di vista per evitare altri problemi negli ospedali italiani: “Su questo siamo in ritardo, dovevamo pensarci ad aprile. La politica si deve prendere delle responsabilità. Deve dire ‘volete lavorare in ospedale?’ Vi vaccinate”.

Vaccini ospedale Bassetti