Andrea Mangiagalli, chi è il medico di famiglia esperto delle cure Covid domiciliari

Andrea Mangiagalli è un medico in prima linea promotore di un metodo di cura alternativo per i pazienti Covid. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Il nome di Andrea Mangiagalli è finito su tutti i giornali lo scorso gennaio, quando il quotidiano francese France Soir ha conferito un “premio speciale” per le attività svolte nel 2020 al collettivo di medici di base italiani denominati “medici in prima linea“, per il merito di “unirsi per difendere la libertà di prescrivere l’idrossiclorochina davanti al tribunale amministrativo nei confronti dell’Agenzia sanitaria nazionale italiana (AIFA)” per la cura domiciliare precoce da Covid-19. Ebbene, la scelta per il premio speciale è ricaduta sui medici che da marzo si sono riuniti in chat per poter curare a domicilio i pazienti su iniziativa del dottor Mangiagalli, assistiti dall’avvocato Erich Grimaldi e che, con altre centinaia di camici bianchi, sono arrivati fino al Consiglio di Stato per sostenere la libertà prescrittiva durante la pandemia.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Andrea Mangiagalli

Andrea Mangiagalli si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1987 per poi specializzarsi in Microchirurgia e Chirurgia Sperimentale. Dal 1987 è Medico di Medicina Generale presso l’Azienda Sanitaria Locale Milano 2 – Melegnano (oggi confluita nell’ATS Città Metropolitana di Milano).

Leggi anche –> Stasera in tv Fuori dal coro: ospiti e anticipazioni del 16 marzo

Fondatore del gruppo medici di Pioltello e Rodano, nato per organizzare serate di aggiornamento autonomo e della Medicina di Gruppo Medici di Pioltello che raccoglie cinque colleghi, Mangiagallli è gestore della mailing list AM58 nata come strumento informatico di condivisone di informazioni tra Medici del territorio della ex ASL 58. E’ inoltre membro di Euract – European Academy of Teachers in General Practice, e dal 2004 è responsabile del tirocinio post laurea dell’Università Vita e Salute dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Mangiagalli è poi medico sociale del gruppo sportivo GSA COMETA (Pusiano) e Direttore sportivo dell’Associazione sportiva Veloclub Segrate. Ha svolto un ruolo primario nell’organizzazione di eventi formativi sia per la medicina generale che in ambito ospedaliero e rivolti alla popolazione nell’ambito di campagne informative su temi di salute pubblica.

Leggi anche –> Nuove direttive Covid: due metri di distanza e quarantena per i vaccinati