Vaccino AstraZeneca, l’allarme dalla Germania: “Segni di trombosi rara”

Il vaccino AstraZeneca è stato sospeso anche in Germania “in via precauzionale”: Berlino ha deciso su raccomandazione dell’Istituto federale per i vaccini. 

Vaccino Astrazeneca sospeso in Danimarca

Si allunga la lista dei paesi che annunciano la sospensione del vaccino AstraZeneca. La Germania ha adottato tale decisione su raccomandazione dell’Istituto federale per i vaccini, secondo cui dopo alcuni casi di trombosi in persone vaccinate si rendono necessarie ulteriori indagini. Ad oggi, è il caso di ricordarlo, non ci sono prove di una correlazione causale tra vaccini ed embolie.

“Conosciamo la portata di questa decisione che non è stata presa a cuor leggero. Ma è una decisione fattuale e non politica”, ha dichiarato il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, ribadendo che la sospensione è per “pura cautela”. Quindi ha sottolineato che “per mantenere la fiducia nel vaccino dobbiamo dare ai nostri esperti il tempo di verificare i nuovi casi” e “sgomberare il campo da eventuali rischi”. “Al momento sono stati riportati 7 casi di trombosi venose cerebrali su 1,6 milioni di vaccini somministrati in Germania”. Si tratta di un “rischio molto basso. Ma se dovesse rilevarsi un collegamento con il vaccino, sarebbe superiore alla media”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Tutti i dubbi e le paure sul vaccino AstraZeneca

“Dopo intense consultazioni su gravi eventi trombotici in Germania e in Europa, il Paul-Ehrlich-Institut raccomanda la sospensione temporanea del vaccino covid-19 di AstraZeneca”: così scrive l’istituto federale tedesco per i vaccini Paul Ehrlich. “Gli esperti del Paul-Ehrlich-Institut vedono ora un accumulo impressionante di una forma speciale di trombosi venosa cerebrale molto rara (trombosi della vena del seno) in connessione con una carenza di piastrine del sangue (trombocitopenia) e sanguinamento in prossimità temporale alle vaccinazioni con il vaccino Astra-Zeneca”. “I dati – si legge ancora – sono in fase di ulteriore analisi da parte dell’Ema”.

Leggi anche –> AstraZeneca: l’Italia sospende il vaccino contro il Coronavirus

Il Comitato per la sicurezza dell’Ema esaminerà ulteriormente le informazioni riguardo alle tromboembolie “domani, martedì, e ha convocato una riunione straordinaria giovedì 18 marzo per concludere su quanto raccolto e su qualsiasi ulteriore azione che potrebbe essere necessaria”, annuncia l’Agenzia Ue in una nota nella quale spiega che “sta lavorando a stretto contatto con l’azienda, con esperti in malattie del sangue e con altre autorità sanitarie”, tra cui l’ente regolatorio britannico, Mhra, per “la sua esperienza con circa 11 milioni di dosi somministrate del vaccino”.
Leggi anche –> AstraZeneca, la Germania sospende le somministrazioni per precauzione