Massafra, uccide la moglie e la suocera: uomo in fuga

Massacro a Massafra, uccide la moglie e la suocera: uomo in fuga dopo aver compiuto il duplice femminicidio poco fa.

(screenshot video)

Un drammatico duplice femminicidio si è consumato nel tardo pomeriggio di oggi in un appartamento di Massafra, grosso centro della provincia di Taranto. Stando alle prime informazioni, un uomo di 61 anni ha ucciso la moglie 65enne e la suocera di 91 anni, quindi si è dato alla fuga. In queste ore, la sua auto è ricercata in tutta la zona. Il massacro ha sconvolto il centro della provincia di Taranto.

Leggi anche –> AstraZeneca: l’Italia sospende il vaccino contro il Coronavirus

Nell’appartamento di via Leonardo Da Vinci dove si è consumato il massacro oggi pomeriggio sono giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri della locale tenenza, insieme ai loro colleghi del capoluogo Taranto. Successivamente, è partita la caccia all’uomo, che al momento risulta in ogni caso irreperibile.

Leggi anche –> Tragedia Covid a Torino: positivo, scappa dall’ospedale e si suicida

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il dramma di Massafra: cosa è accaduto in provincia di Taranto

Sul luogo del massacro anche mezzi e uomini del Suem 118, che hanno potuto soltanto constatare il decesso delle due donne. Secondo quanto si apprende, le due donne non sarebbero state uccise a colpi di arma da fuoco, ma con un altro tipo di oggetto che però non è stato possibile individuare. A quanto pare, si potrebbe trattare di arnesi di lavoro, mentre altre fonti parlano di un lungo coltello. Sta di fatto che anche le condizioni in cui sono stati rinvenuti i due corpi privi di vita rendono difficile capire con cosa è stato compiuto il massacro.

Sul posto la sezione investigazioni scientifiche dell’Arma dei Carabinieri, che sta effettuando i rilievi. Proprio il marito e genero delle due vittime, dopo aver compiuto il massacro, avrebbe chiamato il 112 spiegando quello che aveva fatto. Sembra anche che abbia compiuto atti di autolesionismo, prima di allontanarsi a bordo della sua auto. Non si conoscono le condizioni dell’uomo, dunque, che potrebbe anche essersi ferito dopo aver commesso il duplice omicidio.