Natalia Dimitrova Beliova, chi è la badante morta per salvare due anziani

Durante l’incendio divampato l’8 marzo a Battipaglia, Natalia Dimitrova Beliova ha perso la vita dopo aver salvato gli anziani che accudiva

Natalia badante

Lunedì 8 marzo, giornata internazionale della donna, è avvenuta una tragedia che ha per vittima – ironia della sorte – proprio una donna. Infatti nel comune di Battipaglia, in provincia di Salerno, una signora di 57 anni proveniente dalla Bulgaria ha perso la vita. Il suo nome era Natalia Dimitrova Beliova ed lavorava come badante per una coppia di anziani signori che abitavano in una villetta in città. Lunedì è scoppiato un incendio all’interno dell’abitazione, causato da una stufa a gpl. La donna è riuscita a mettere in salvo gli anziani di cui si occupava ogni giorno, ma per lei non c’è stato scampo.

Potrebbe interessarti anche leggere –> Coronavirus 13 marzo, quasi 3mila persone in terapia intensiva

Il gesto di umanità immenso di Natalia

Sono stati immediatamente allertati sia i vigili del fuoco che i carabinieri di Battipaglia, che sono intervenuti in maniera tempestiva e hanno fatto ricoverare all’ospedale cittadino la coppia di anziani. Tuttavia, per la badante Natalia Dimitrova Beliova era già troppo tardi: le forze dell’ordine hanno affidato la sua salma al medico legale. Nel frattempo la villetta in cui è accaduta la tragedia è stata completamente distrutta dalle fiamme. Vista la tragedia, la sindaco del comune di Battipaglia, Cecilia Francese, ha voluto ricordare il coraggioso sacrificio della badante bulgara. Inoltre, ha fatto anche alzare a mezz’asta la bandiera del Comune, in segno di lutto cittadino. Il giorno stesso in cui è avvenuto il dramma, in una nota ufficiale Cecilia Francese ha scritto: “Ancora una volta una donna in prima linea e durante l’orario di lavoro. Un gesto di un’umanità immenso. Riesce a salvare la coppia di anziani, ma lei non riesce a mettersi in salvo. Accade oggi, proprio oggi, 8 marzo. Contro la discriminazione, per i diritti delle donne, per il lavoro e per la tutela della loro salute. Lei uno dei tanti esempi, il nostro esempio di oggi”.

Potrebbe interessarti anche leggere –> Manuel Di Nicola trovato morto nella Marsica: giallo sul giovane padre

Incendio morte badante Natalia