Lombardia, l’allarme di Pregliasco: “Picco a fine marzo, casi moltiplicati”

I numero di casi di Coronavirus aumenta drasticamente in Lombardia per colpa della variante inglese, lo dice il virologo Fabrizio Pregliasco

Coronavirus allarme Pregliasco

La situazione Covid-19 è veramente drammatica in tutta Italia e Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano leva 1959, dice che può solo peggiorare. Almeno per quanto riguarda la Lombardia, “La zona rossa è oramai inevitabile: solo nel Bresciano le terapie intensive sono occupate al 90 per cento“. Dalla fine di febbraio il Coronavirus è diventato ancora più sublodo, anche a causa delle diverse varianti. Solo la variante inglese ha fatto sì che i casi aumentassero drasticamente: ieri nella provincia di Milano c’è stato un aumento di 1.394 unita, mentre in provincia di Brescia sono aumentati di 1.124. In tutta la regione, comunque, i casi stanno aumentando in maniera esponenziale: rispetto a ieri, 11 marzo, i tamponi positivi sono aumentati del 9,4%. I dati non sono dei più confortanti e, per questo, il virologo Pregliasco non nasconde la possibilità che la regione Lombardia debba tornare in emergenza sanitaria.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Domenica in, scoppia il caos per il Covid: salta la prossima puntata?

L’appello di Pregliasco ai cittadini della Lombardia

Il virologo ha rilasciato un’intervista in cui parla senza mezzi termini di cosa sta accadendo e di come si debba affrontare questa terza ondata di Coronavirus. “Sono le varianti, soprattutto quella inglese ad essere responsabili dei più di mille casi al giorno nelle due province più colpite. In aumento anche i ricoveri in terapia intensiva. […] Tutti gli indicatori ci dicono che nell’ultimo mese il Covid-19 ha ripreso forza e il muro del vaccino purtroppo è costruito solo in parte. Ai lombardi dico: evitate tutti i contatti interpersonali non indispensabili“. Dopo questo accorato, Fabrizio Pregliasco continua parlando dei vaccini: “Se consultiamo il sito dell’Agenzia Italia del Farmaco quasi ogni giorno ci sono ritiri di lotti. I dati confermano valori irrisori […] e mi auguro che questo ‘allarme’ non abbia conseguenze sulle decisioni dei cittadini: i lombardi si sono dimostrati estremamente responsabili, lo dimostra la vasta adesione alla campagna da parte degli anziani. […] Il passaggio al rosso dalla prossima settimana dovrebbe agevolare la campagna vaccinale, […] qualsiasi manuale di virologia dice che quando si vaccina bisognerebbe ‘chiudere tutto’ per togliere terreno al virus. La zona rossa è oramai inevitabile. […]Una situazione oggettivamente troppo rischiosa“.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Coronavirus 11 marzo: oltre 25mila nuovi contagi in Italia

Fabrizio Pregliasco Coronavirus