James Spithill, chi è il timoniere australiano di Luna Rossa: vita, carriera, curiosità

Conosciamo meglio il timoniere australiano di Luna Rossa: età, carriera e curiosità sul bravissimo James Spithill.

L’imbarcazione italiana Luna Rossa ha cominciato il 2021 alla grande aggiudicandosi la nuovissima Prada Cup con una vittoria netta in finale per 7-1. Il successo ha permesso all’equipaggio guidato dal timoniere australiano James Spithill e da quello italiano Francesco Bruni, di giocarsi la vittoria dell’America’s Cup contro i neozelandesi dell’Emirates Team New Zealand.

Fino ad oggi la sfida è molto equilibrata e nei primi 4 incontri non si è notata una netta predominanza di un’imbarcazione sull’altra. Con il round terminato solo qualche ora fa Luna Rossa ha pareggiato la sfida portandosi sul 2 pari. A detta del fuoriclasse australiano del timone James Spithill, questo pareggio sostanziale è dovuto certamente alla bravura dei due equipaggi, ma anche ad un campo di regata in cui il vento non consente di effettuare i sorpassi. Questo ha di fatto favorito la barca che è partita in vantaggio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

James Spithill, chi è il fenomenale timoniere australiano

Nato a Sidney il 28 giugno del 1979, James Spithill cresce in barca e si mette in mostra come velista sin da giovanissimo. Dopo aver vinto alcuni tornei juniores, il ragazzo si mette in mostra tra i grandi a soli 19 anni, arrivando terzo alla Sidney-Hobart e vincendo la Kenwood Cup. Negli anni successivi mette in fila una serie di successi, si porta a casa per due anni la Pedrini Cento Cup e la BluRimini Cup, vince per ben tre volte il Trofeo Trombini, portandosi a casa definitivamente il trofeo in quanto unico velista a vincerlo per tre volte. Vince anche la prestigiosissima Nation’s Cup per due volte e nel 2003, a 24 anni, arriva secondo al mondiale di match race.

Leggi anche ->Come è andata Luna Rossa: regata 3 e 4 stanotte, il risultato

Una sola soddisfazione, invece, per il velista nella America’s Cup. Vi partecipa per la prima volta nel 2000, diventando il più giovane velista a prendervi parte, con Young Australia, nel 2003 ci torna con OneWorld e nel 2007 con Luna Rossa, senza riuscire a vincere il trofeo. Il 2007 è anche l’anno del primo scontro con Team New Zeland alla Louis Vuitton Cup, terminato con un netto 5-0. Nel 2010 viene scelto da Bmw Oracle Racing e raggiunge la sua prima e finora unica vittoria in America’s Cup. Sempre con lo stesso team, nel 2013 si rende protagonista della più grande rimonta della storia della competizione in semifinale, ma capitola nuovamente contro New Zealand in finale. Stesso esito per la finale del 2017, vinta 7-1 dagli eterni rivali.

Tornato in Luna Rossa nel 2020, ad inizio anno ha conquistato la Prada Cup ed ha ottenuto la possibilità di sfidare nuovamente Team New Zealand. Attualmente si tratta della sfida maggiormente equilibrata e ci sono buone possibilità di giocarsela a viso aperto.