Enrico Ruggeri: “La cocaina? Ho iniziato perché non sapevo come spendere i soldi”

Ospite di Anni 20, Enrico Ruggeri ha parlato della sua esperienza con la cocaina e di come ha evitato la tossicodipendenza.

Il primo ospite del programma di Rai 2 ‘Anni 20‘, condotto da Francesca Parisella, è stato il cantante Enrico Ruggeri. Con lui la conduttrice ha parlato inizialmente della pandemia e gli ha chiesto come ha vissuto quest’anno terribile. Lui ha spiegato di averlo vissuto molto male, in primo luogo perché fa parte di una categoria molto colpita: “Sono appartenente a una categoria che è stata dimenticata e umiliata più volte”.

In secondo luogo perché la pandemia ha danneggiato e non poco la vita dei figli: “Uno se n’è andato in campagna ma gli altri di 15 e 10 anni rientrano in pieno in quella categoria che sta soffrendo e che pagherà a lungo quello che è successo da un anno a questa parte. Quello che noi siamo dipende dalla nostra adolescenza”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Enrico Ruggeri, l’incidente gravissimo che poteva ucciderlo: poi il miracolo

Enrico Ruggeri: “La cocaina? Ho cominciato perché non sapevo come spendere i soldi”

Concluso il capitolo Covid, la conduttrice gli ha chiesto se avesse dei trascorsi con la droga e Ruggeri, senza alcuna remora, ha spiegato di aver fatto uso di cocaina: “Io ho provato la cocaina, da stupido, perché non sapevo come spendere i miei soldi, in un’epoca in cui il mercato era particolarmente florido”. L’essere entrato in quel mondo l’ha esposto al rischio di diventare tossicodipendente, ma il cantante è riuscito ad evitarlo.

Leggi anche ->Enrico Ruggeri, la terribile infanzia: il dramma del padre, la grave malattia

Ci è riuscito grazie agli insegnamenti del padre e al suo carattere: “Ne sono uscito semplicemente perché la cocaina soprattutto nella Milano degli anni’80 non crea amici ma compagni di merende, per cui memore di quello che mi diceva sempre mio padre: ‘cerca di frequentare persone alla tua altezza’, smisi”. L’intervista si conclude con un pensiero su Gianni Morandi, recentemente finito in ospedale a causa di un incidente. Enrico si dice convinto che supererà anche questa disavventura come sempre: “Con il sorriso”.