Covid, Fontana lancia l’allarme: “Non abbiamo vaccini”

Covid. Fontana, il presidente della Regione Lombardia ha lanciato l’allarme. Le dosi diminuiscono e non ci sono vaccini. 

 

I ritardi nei vaccini sono un problema che non può più essere ignorato. Mentre l’Europa fatica ad assicurarsi la fornitura di dosi, in Italia la situazione si sta facendo critica.

Alcune Regioni sono più avanti di altre nella vaccinazione, ma mote hanno cominciato ad alzare la voce. Tra queste anche la Lombardia. Ecco che cosa ha detto Fontana.

Covid, ecco che cosa sta succedendo il Lombardia: la denuncia di Fontana

“Gli ultraottantenni che non abbiamo vaccinato è perché non abbiamo vaccini: mancano dosi del vaccino Pfizer l’unico che possiamo utilizzare per loro”. Questo il messaggio di Fontana. Un messaggio che denuncia una situazione di disagio che stanno vivendo anche molte altre regioni italiane.

Leggi anche -> Vaccino anti Covid, Draghi: “Obiettivo 500mila dosi al giorno”

Alla vaccinazione degli ultra ottenni si affianca l’obiettivo di avviare quella di massa. E’ sempre Fontana a dire che potrebbe avere inizio tra circa 2 0 3 settimane, ma tutto dipenderà dalle forniture delle dosi.

Leggi anche -> Italia in zona rossa e arancione: cosa cambia per scuole e nidi

Tra ritardi e proteste, nei giorni scorsi è scoppiata un’altra polemica. Questa riguarda un piano che “coinvolge regione Lombardia, Confindustria Lombardia, Confapi, associazione nazionale medici d’azienda e competenti” e che ha l’obiettivo di vaccinare all’iterno delle aziende.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un piano che potrebbe di certo aiutare la Regione ma che dovrà basarsi sulle sue capacità organizzative che, ad oggi, si sono dimostrate poco consistenti. Questo il commento del capo delegazione del Pd in  commissione sanità del consiglio regionale, Samuele Astuti.

Nel frattempo arrivano altre critiche per la Lombardi. I ritardi nella vaccinazione persone fragili e malati cronici non sono certamente passati inosservati dagli esponenti di vari partiti politici.