Johnson & Johnson, approvato in Europa vaccino monodose: cosa cambia

Passo importante nella lotta al Covid-19, approvato in Europa vaccino monodose Johnson & Johnson: cosa cambia adesso.

(Scott Olson/Getty Images)

L’EMA, l’agenzia dei farmaci dell’Unione Europea, ha raccomandato l’approvazione condizionale del vaccino a dose singola Covid-19 di Johnson & Johnson. Il vaccino Covid-19 è il quarto ad essere approvato per l’uso nell’UE dopo i vaccini di Pfizer-BioNTech, AstraZeneca-Oxford University e Moderna, ed è raccomandato per coloro che hanno più di 18 anni, ha detto l’Agenzia europea per i medicinali (EMA).

Leggi anche –> Mancano i vaccini ma c’è un paradosso: l’Europa ha esportato 34 milioni di dosi

Anche Stati Uniti, Canada e Bahrain hanno approvato il vaccino monodose. Il Sudafrica sta effettuando una revisione accelerata. “Con questa ultima opinione positiva, le autorità di tutta l’Unione europea avranno un’altra opzione per combattere la pandemia e proteggere la vita e la salute dei loro cittadini”, ha affermato il direttore esecutivo dell’EMA Emer Cooke.

Leggi anche –> Covid, a Bologna salita vertiginosa dei contagi: “Uno sfinimento collettivo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vaccino monodose Johnson & Johnson arriva in Europa: perché è un passaggio importante

Effetti vaccini

Si tratta di un passaggio davvero importante nella lotta al Covid-19, perché un vaccino monodose, il primo a essere approvato dall’Europa, dovrebbe consentire una copertura vaccinale più ampia e immediata, non essendoci appunto il richiamo. C’è anche il rovescio della medaglia e che riguarda la messa in commercio condizionata e della durata di un anno: questo perché al momento non sono ancora disponibili dati completi sulla sua efficacia e sugli effetti collaterali.

D’altra parte, l’Europa deve agire nella convinzione che non si può attendere oltre e che bisogna porre un argine a quello che sta accadendo in molti Paesi, a partire dall’Italia, dove è ormai evidente una risalita dei contagi, legata a una terza ondata. Oltre al nostro Paese, in queste ore, la situazione risulta molto complicata anche nella vicina Francia. Anche lì la terza ondata è ben più che un lontano timore, ma è ormai un dato di fatto. Non è chiaro, in ogni caso, con che tempistiche arriveranno le forniture da Johnson & Johnson, dal momento che sembra ci siano dei ritardi nel piano di consegna.