Emiliano Sala, la famiglia porta Cardiff e FC Nantes in tribunale

La famiglia di Emiliano Sala, giovane calciatore di 28 anni, chiede giustizia per la tragica morte del ragazzo in un incidente aereo.

Una tragica storia quella di Emiliano Sala, 28 anni, morto in un incidente aereo due anni fa mentre si trovava sotto contratto con la FC Nantes, contro cui adesso la famiglia vuole intraprendere azioni legali. Non ci stanno i genitori del campione argentino e adesso chiedono giustizia. Il giovane stava passando da un contratto con la FC Nantes a quello con Cardiff per circa 15 milioni di sterline e quando è morto su quel maledetto aereo, il 21 gennaio 2019, stava viaggiando proprio per andare nel suo nuovo club.

Emiliano Sala, la famiglia in tribunale contro FC Nantes e Cardiff

Il legale della famiglia di Sala ha dichiarato che verranno prese azioni legali per proteggere i diritti della famiglia, che chiede giustizia per la morte del povero Emiliano. Il cadavere del calciatore è stato ritrovato mesi dopo l’incidente aereo, mentre quello del pilota David Ibbotson, 59 anni, non è mai stato recuperato. Chi invece dovrà affrontare il processo è David Henderson, che pare sia stato l’organizzatore del volo che ha ucciso Emiliano.

Leggi anche–> Emiliano Sala, oltraggio alla memoria: “Irruzione in obitorio per foto del corpo”

Le accuse per Henderson, che dovrà affrontare il processo il prossimo ottobre, sono molto gravi: messa in pericolo del volo su cui si trovava Emiliano, scarico di passeggeri non autorizzatoLa famiglia Sala ha schierato ben 13 legali per affrontare il processo, stabilito in data 18 ottobre.  Daniel Mchover, legale dei Sala, ha dichiarato: “La famiglia sa che l‘inchiesta darà risposte alle molte domande che ha, riguardo cosa sia andato storto nel gennaio 2019 e perché Emiliano sia morto.”

Leggi anche–> Emiliano Sala, il mistero del messaggio al calciatore: “Ti amerò sempre”

Da quel gennaio 2019 la famiglia di Emiliano non ha mai smesso di cercare risposte e non si è mai arresa di fronte alla morte del giovane calciatore. Il padre ha lottato fino all’ultimo, fino alla morte sopraggiunta qualche settimana dopo aver rilasciato un’intervista alla BBC in cui accusava il club di Cardiff a cui suo figlio si stava unendo. Anche il cugino, pieno di rabbia, aveva dichiarato: “Per come la vedo io, Emiliano lo hanno ammazzato, sono tante cose che non tornano, credo che l’abbiano costretto a salire su quell’aereo”.