Eliminazione Juventus, le colpe di Ronaldo: cosa ha combinato in barriera

Cristiano Ronaldo non è stato l’uomo più della Juventus nella sfida di ritorno di Champions League contro il Porto: anche colpe sulla punizione

Cristiano Ronaldo

Un’altra eliminazione cocente quella della Juventus in Champions League. Contro il Porto la sfida è terminata ai tempi supplementari dopo che quelli regolamentari erano terminati sul punteggio di 2-1 grazie alla doppietta di Chiesa. E così, dopo il 2-1 dell’andata, Juventus e Porto sono volate ai supplementari con la partita che è durata 135 minuti in totale prendendo in considerazione anche quelli di recupero. Cristiano Ronaldo non è stato protagonista, anzi il campione portoghese si è visto pochissimo nell’arco della sfida non rendendosi mai pericoloso. Inoltre, è stato complice sulla barriera di Oliveira proprio nel secondo tempo supplementare: l’attaccante della Juventus si è girato letteralmente saltando con la palla che è passata sotto ai suoi piedi. A pochi minuti dalla fine ci ha pensato Rabiot a fissare il risultato sul 3-2 definitivo, che però non è bastato ai bianconeri che sono usciti ancora una volta anzitempo dalla Champions League.

Leggi anche –> Juventus – Porto Champions League: streaming, formazioni, precedenti

Leggi anche –> Juventus, la sconfitta di Napoli brucia: Pirlo alza la voce

Eliminazione Juventus, l’accusa di Capello: Ronaldo nel mirino

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’ex allenatore di Roma e Juventus, Fabio Capello, ha commentato la punizione di Oliveira mettendo nel mirino lo stesso Cristiano Ronaldo ai microfoni di Sky Sport: “La Juventus fa errori elementari. Prima il regalo su rigore: Demiral è ingenuo, basta stare attaccato dietro, è molto grave. Però girarsi come ha fatto Ronaldo in barriera è imperdonabile, è gravissimo. I giocatori non devono aver paura della palla”. Negli ultimi tre anni la compagine bianconera è sempre uscita con Cristiano Ronaldo senza arrivare in finale: l’acquisto del campione portoghese era finalizzato soprattutto al possibile trionfo in Europa, che però stenta ad arrivare dopo le due finali giocate sotto la gestione Allegri.

Cristiano Ronaldo

Gestione cookie