Morto Trevor Peacock: l’attore britannico soffriva di una malattia tremenda

Lutto nel cinema e nella tv, morto Trevor Peacock: l’attore britannico soffriva di una malattia tremenda, la demenza senile.

(screenshot video)

Trevor Peacock, che ha interpretato Jim Trott in The Vicar of Dibley, sit-com di successo britannica, è morto all’età di 89 anni. Peacock che è apparso in molti altri telefilm e tantissime serie televisive del Regno Unito. Molti lo ricordano anche per le sue partecipazioni cinematografiche. Soffriva di una tremenda malattia, spesso non tenuta troppo in considerazione, la demenza senile.

Leggi anche –> Franco Acosta, calciatore morto a 25 anni: aveva giocato nel Villarreal

A causa di questa, aveva dovuto lentamente allontanarsi dal suo lavoro. L’attore scomparso era stato sposato con Iris Jones e attualmente era sposato con l’attrice Tilly Tremayne. Era il padre degli attori Harry e Daniel Peacock, quest’ultimo ancora oggi uno dei più amati attori di film e fiction nel Regno Unito. Oltre a loro, ha avuto anche altre due figlie.

Leggi anche –> Morta la famosa attrice di Ritorno al Futuro, addio a Elsa Raven

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Trevor Peacock, amatissimo attore britannico: carriera e curiosità

“Trevor Peacock, attore, scrittore e cantautore, è morto all’età di 89 anni la mattina dell’8 marzo a causa di una malattia correlata alla demenza”, sono le parole della famiglia in un comunicato. Peacock, che è stato anche un prolifico attore teatrale e sceneggiatore negli anni ’50 e ’60, è stato visto l’ultima volta in TV nel 2015. Tra gli altri ha recitato nel ruolo di Papà Claus nel film Fred Claus – Un fratello sotto l’albero. Nato nel nord di Londra nel 1931, Peacock ha iniziato la sua carriera televisiva negli anni ’60 in ITV Television Playhouse, Comedy Playhouse e The Wednesday Play.

Tra le altre pellicole in cui ha recitato, c’è la versione cinematografica di Amleto diretta da Franco Zeffirelli e uscita nel 1990, che vede nel cast anche Mel Gibson, Glenn Close e Helena Bonham Carter, nel ruolo dei protagonisti principali della trasposizione dell’opera di Shakespeare. A fine anni Novanta ha recitato nel film Sunshine – storia di una famiglia, diretto da István Szabó, che ripercorre l’epopea di una famiglia di religione ebraica. Infine, tra le ultime pellicole in cui è apparso, c’è Quartet, del 2012, film che segna il debutto alla regia di Dustin Hoffman.