Mohammad Bin Salman, chi è: tutto sul principe ereditario saudita

Moḥammad bin Salmān Āl Saʿūd è principe ereditario, Primo Vice Primo ministro e ministro della Difesa dell’Arabia Saudita. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui.

Politico, membro della famiglia reale Al Saʿūd, figlio dell’attuale re Salman, principe ereditario, Primo Vice Primo ministro e ministro della Difesa dell’Arabia Saudita. Moḥammad bin Salmān Āl Saʿūd è tutto questo e altro ancora. Di recente è stato accusato in diverse ricostruzioni giornalistiche e in un rapporto ONU del 2019 di essere il mandante dell’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Mohammad Bin Salman

Il principe Mohammad Bin Salman nasce a Gedda il 31 agosto 1985, figlio di re Salman e della sua terza moglie Fahda bint Falah bin Sultan Al Hithalayn. È fratello germano di Turkī, presidente del Gruppo saudita di ricerca e marketing. Si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università Re Sa’ud e ha poi trascorso diversi anni nel settore privato prima di essere assunto da suo padre come assistente personale. Aveva già ottenuto la posizione di consulente in una commissione di esperti del gabinetto saudita.

Leggi anche –> Principe Carlo, la reazione alle accuse di Harry e Meghan

Il 15 dicembre 2009 il principe Moḥammad è entrato in politica come consigliere speciale di suo padre quando questi era governatore della provincia di Riyad. Da quel momento ha cominciato a raccogliere titoli posizioni sinecura come Segretario Generale del Consiglio di Riyad, consigliere speciale del presidente del Consiglio della “Fondazione Re ʿAbd al-ʿAzīz per la Ricerca e gli Archivi” e membro del Consiglio della “Fondazione Albir” con sede nella provincia di Riyad.

Nel novembre 2011, deceduto il principe ereditario Sulṭān, il principe Salmān ha iniziato la sua ascesa al potere, diventando Secondo Vice Primo ministro e ministro della Difesa. Questi ha confermato il figlio Moḥammad come consigliere privato. Il principe ha istituito la “Fondazione Principe Moḥammed bin Salmān”, volta ad aiutare i giovani bisognosi, ed è diventato presidente della fondazione.

Nel giugno 2012 il principe ereditario Nāyef è morto e Salmān lo ha sostituito come Principe della Corona. Di lì a poco ha cominciato a riformare la corte a sua immagine, iniziando col nominare Moḥammad supervisore dell’Ufficio del principe ereditario. Il 2 marzo 2013 il Capo della Corte del Principe ereditario Saʿūd bin Nāyef è stato nominato governatore della Provincia Orientale e il principe Moḥammad gli è succeduto nel ruolo. Gli è stato conferito il rango di ministro. Il 25 aprile 2014 Moḥammad è stato nominato ministro di Stato.

Il 23 gennaio 2015, alla morte di re ʿAbd Allāh, suo padre è asceso al trono e il principe Moḥammad è stato nominato ministro della Difesa e Segretario Generale della Corte Reale, mantenendo inoltre il suo posto di Ministro di Stato. Il 29 gennaio dello stesso anno è stato nominato Presidente del Consiglio per gli Affari Economici e di Sviluppo, istituito al posto della disciolta Commissione Economica Suprema.

Per quanto riguarda la vita privata, il principe è sposato dal 2008 con una cugina, la principessa Sara, figlia del principe Mashhur bin ‘Abd al-‘Aziz, fratellastro di suo padre, dalla quale ha avuto quattro figli, due maschi e due femmine.

Leggi anche –> Dubai, la principessa Latifa ostaggio del padre: il caso genera polemiche 

 

Gestione cookie