Lutto nel calcio: giovane promessa muore fulminato in campo

Luke Bennett è morto fulminato a 17 anni per recuperare un pallone: l’AFC Fylde sconvolto per il decesso del giovane atleta.

Il calcio inglese è sotto choc per la scomparsa del giovane talento Luke Bennett. Il 17enne è morto lo scorso sabato sera, 6 marzo, dopo aver toccato accidentalmente un cavo della corrente elettrica aerea posizionato vicino a un palo di metallo mentre cercava di recuperare un pallone sul terreno dell’Euxton Villa FC a Runshaw Hall Lane, Chorley. Per il talento in erba delle giovanili dell’AFC Fylde, che milita nella National League North (la sesta serie inglese, attualmente equivalente alla nostra Promozione), purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il triste addio al giovane calciatore

I servizi di emergenza sono stati immediatamente allertati ma la polizia della contea del Lancashire ha purtroppo confermato che Bennett è morto fulminato e che l’intervento degli operatori del soccorso è stato vano in quanto il giovane è deceduto pochi istanti dopo essere stato folgorato. Altri due adolescenti sono rimasti feriti nell’incidente, seppur non gravemente.

Leggi anche –> Lutto nel mondo del calcio, morto un grande personaggio

“È con profonda tristezza e dispiacere che dobbiamo condividere la tragica notizia della morte del giovane giocatore – hanno riferito i dirigenti dell’AFC Fylde -. Siamo assolutamente devastati e con il cuore spezzato. Tutto il nostro amore va alla famiglia e agli amici di Luke in questo momento crudele e difficile”.

Nella nota ufficiale, il club inglese sottolinea come Luke fosse “un ragazzo gentile, molto amato dai suoi compagni di squadra e dagli allenatori. Riusciva a illuminare tutto e tutti con la sua personalità frizzante. Sul campo era un calciatore molto dotato, che eccelleva ogni volta che rappresentava l’AFC Fylde”.

La polizia ha avviato un’indagine sull’incidente, ma, come accennato, si ritiene che Bennett possa essere stato fulminato dopo aver toccato un cavo di alimentazione nei pressi di un palo di metallo nel tentativo di recuperare il pallone.

Leggi anche –> Calcio in lutto, morto Rafael Risco: addio all’ex Nazionale di Messico 1970

Finale Champions 2018