Fabiana Dadone, la ministra coi piedi sulla scrivania: scoppia il caso

Per l’8 marzo controverso post di Fabiana Dadone, la ministra coi piedi sulla scrivania e la felpa dei Nirvana: scoppia il caso.

(Instagram)

Sta facendo molto discutere la foto “rock” del ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, postata su Instagram in occasione dell’8 marzo. La ministra appare seduta alla scrivania del suo ufficio con addosso una felpa dei Nirvana e le scarpette rosse sulla scrivania, mentre usa lo smartphone. Ci tiene a spiegare di avere 37 anni e per questo essere considerata in Italia una “ragazzina”.

Leggi anche–> Fabiana Dadone: chi è il nuovo ministro della Pubblica Amministrazione

Sottolinea di non essere sposata, di avere due figli che portano il suo cognome, nonostante abbia un compagno e di essere innamorata della musica rock. Si descrive come una donna che guarda “film strappalacrime ma sono emotivamente fredda come il ghiaccio” e come un “ammasso di stereotipi”.

Leggi anche–> Governo Draghi, la lista dei ministri: chi sono i componenti dell’esecutivo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il post della ministra Fabiana Dadone e le polemiche

La ministra spiega di essersi sentita spesso ripetere di essere troppo giovane per occupare ruoli di così grande responsabilità e che la politica spesso si addice di più agli uomini. Le viene altresì chiesto chi si occupa dei suoi figli quando lei è impegnata con le istituzioni a Roma. Ma le vengono poste anche domande come “Non sei troppo bassa rispetto a come la TV ti fa apparire?” o “Non sei troppo graziosa per essere presa seriamente?”, così come se non si senta “troppo trascurata nell’abbigliamento” per fare appunto la ministra.

Sottolinea dunque Fabiana Dadone nell’augurare un buon 8 marzo a tutte le donne: “In questa giornata tanto evocativa e tanto attenta al politically correct, vorrei dire con molta onestà che sul fronte della parità di genere c’è ancora molta strada da fare. Una strada in salita e piena di ostacoli culturali che dobbiamo avere la forza di affrontare con tutta la tenacia che abbiamo nel cuore”. In tanti, su Instagram, hanno apprezzato la sua presa di posizione, non si può dire la stessa cosa delle polemiche che l’atteggiamento “sbarazzino” della ministra ha contestualmente generato. Massimo Corsaro, ex parlamentare per il centrodestra, sostiene ad esempio che a suo avviso un uomo sarebbe stato ricoperto di insulti, mentre anche tra i commenti si legge: “Non sei a casa tua!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabiana Dadone (@fabianadadone)