Michele Zarrillo vivo per miracolo dopo l’infarto e il ricovero in terapia intensiva

Nel giungo del 2013 il cantautore romano Michele Zarrillo è in terapia intensiva per un infarto. Un’esperienza che, nel bene e nel male, gli ha cambiato la vita. 

Dopo l’infarto avuto nel 2013, la vita professionale e privata di Michele Zarrillo è stata stravolta. La malattia è stata però anche l’occasione per rimettere a fuoco le vere priorità e ha segnato per lui l’inizio di una rinascita al fianco della moglie violoncellista Anna Rita Cuparo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il momento più difficile per Michele Zarrillo

Era il 5 giugno 2013 quando Michele Zarrillo fu colpito da un infarto giunto come un fulmine a ciel sereno. In seguito al grave malore, il famoso cantante è stato ricoverato in codice rosso nel reparto di Terapia intensiva presso l’Ospedale Sant’Andrea di Roma. Oltre a temere per la propria vita, l’artista ha avuto anche il terrore di non riuscire più a cantare e a esibirsi per il suo pubblico. Per fortuna è andata diversamente.

Leggi anche –> Michele Zarrillo, il dramma della morte del fratello Maurizio: era anche lui musicista

Michele Zarrillo è tornato sulle scene il 7 ottobre 2014, data in cui si è esibito all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in un concerto dove è stato accompagnato dai jazzisti Danilo Rea e Stefano Di Battista. Una grande festa per celebrare il suo ritorno alla musica e alla vita, con una diversa consapevolezza delle cose davvero importanti e per cui vale la pena di spendere tempo ed energie. Anna Rita, che oltre a lavorare come musicista fa la mamma a tempo pieno e insieme al compagno cerca di trasmettere il suo amore per la musica ai figli, gli è rimasta sempre accanto in quel difficile periodo. Forse l’artista ne parlerà anche stasera, ospite della puntata finale del festival di Sanremo 2021…

Leggi anche –> Michele Zarrillo fu colpito da infarto, cosa accadde al cantante