Violenta bambina, si arrampica sul balcone e stupra la figlia dei vicini

Maniaco a Frosinone scala un palazzo e violenta bambina. Lei è la figlia dei suoi vicini di casa, lui ha fatto di tutto per abusarne.

violenta bambina Frosinone
Un maniaco violenta bambina a Frosinone Foto dal web

Violenta bambina, e lo fa in maniera che desta davvero incredulità. Quel che è accaduto a Frosinone desta orrore e raccapriccio. Il responsabile è un uomo di 48 anni, che è entrato di nascosto in casa di alcuni vicini di casa al preciso scopo di abusare della loro figlia di soli 11 anni. Il maniaco è penetrato dal balcone, disposto anche a sottoporsi ad un rischio importante pur di portare a termine il proprio orrendo scopo.

Leggi anche –> Donna uccisa: sconosciuto entra in casa e la violenta, poi la morte

Questa bruttissima vicenda è accaduta nel 2018 ed ebbe luogo mentre la madre ed il padre della vittima non erano presenti in casa. A distanza di tre anni è finalmente giunto un provvedimento di custodia cautelare in carte per l’orco, dopo precisa disposizione del Tribunale Ordinario di Frosinone e della Corte dei Appello di Roma. L’aggravante che riguarda la minore età della ragazzina ha avuto un pese determinante nell’avvenuta carcerazione dell’uomo, che all’epoca dei fatti aveva 45 anni.

Leggi anche –> Padre violenta figlia, l’orrendo episodio a Reggio Emilia: lei ha 14 anni

Violenta bambina, per farlo si arrampica sul balcone: avvenne nel 2018

Ad accorgersi di tutto era stata la madre dell’adolescente. Quest’ultima le aveva raccontato di avere subito una violenza carnale. Prima dell’arresto in carcere, il mostro aveva dovuto sottostare ai domiciliari con l’ausilio del braccialetto elettronico. Ora dovrà passare 4 anni e 27 giorni in cella per quanto compiuto.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Finto ginecologo, in due anni ha abusato di decine di minorenni

Ed anche quando uscirà di galera dovrà rispettare delle misure restrittive atte a limitarne la mobilità. Il giudice ha stabilito per lui pure il divieto a frequentare posti in cui ci sia una abituale presenza di minorenni. Questo episodio di nefandezza e di perversione ha suscitato e continua a suscitare grande orrore.

Foto da Twitter