Indice Rt, netto peggioramento: la pessima notizia dopo settimane

L’Indice Rt che misura il livello di contagio del virus mostra una situazione che non si mostrava così complicata da diverso tempo.

indice Rt contagio peggioramento
Monitoraggio indice Rt peggioramento sui contagi FOTO Getty Images

Indice Rt, giungono bruttissimi aggiornamenti per quanto riguarda la media nazionale. Dopo diverse settimane infatti, il valore che misura il livello di contagio che caratterizza la pandemia ha superato la soglia critica di 1. Nella scala di rischio stilata da Ministero della Salute, Comitato tecnico scientifico ed Istituto Superiore di Sanità, un Indice Rt compreso tra 1 e 1,24 porta allo scattare della zona arancione.

Leggi anche –> Rivolta in Parlamento, i senatori: fateci vaccinare subito, abbiamo la precedenza

Sotto a 1 si è in zona gialla, da 1,25 in poi è allarme totale con la zona rossa. L’attuale livello riscontrato nelle scorse ore è pari a 1,06. Cosa che fa preoccupare non poco gli esperti, specialmente se si considera che la scorsa settimana la misura indicava 0,99. In neppure sette giorni ecco però il manifestarsi di una impennata, con 7 decimi in più che attestano ora ad una situazione di difficoltà che si vive in Italia. L’ultima volta che l’indice di contagio aveva superato 1 avvenne sette settimane fa, ad inizio 2021. A salire sono anche gli altri dati di criticità, come ad esempio il numero di ricoveri in percentuale nelle terapie intensive degli ospedali di tutta Italia.

Leggi anche –> Tutte le Regioni che rischiano di diventare rosse da lunedì

Indice Rt, peggioramento nazionale sulla media dei contagi

Dal 24% siamo ora al 26% dei posti letto totali disponibile. Dai 2146 individui ricoverati proprio in terapia intensiva siamo ora a 2327. Così come è salito in generale il numero dei ricoveri anche per i casi non urgenti sempre legati alla pandemia. Da 18295 della settimana scorsa essi ammontano ora a 19570.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Covid zone, oggi i nuovi colori: due regioni verso il rosso, sei verso l’arancione

Contestualmente sono saliti i casi da non imputare a catene di trasmissione od a focolai, e di ben diecimila unità (41.833 contro i 31.378 dei sette giorni precedenti). Questa situazione ha fatto scattare l’allarme in alcune zone. La Lombardia rimarrà per intero sottoposta a provvedimento di zona arancione rafforzata. Bologna, Modena e rispettive province entrano invece in zona rossa, con tutte le restrizioni del caso.

FOTO GEtty Images