Amatrice: non aveva più la casa, vince 500 mila euro al Gratta e Vinci

Amatrice, vince 500 mila euro al Gratta e Vinci: la sua casa era stata distrutta dal terribile terremoto del centro Italia

Gratta e Vinci
Vincita al Gratta e Vinci FOTO viagginews

La fortuna sarebbe cieca ma in questo caso è andata a pescare perbene la persona da baciare. Ad Amatrice, infatti, uno dei comuni colpiti dal terribile terremoto di agosto 2016, una persona che aveva perso la casa, a causa dell’evento tellurico, ha vinto 500mila euro al Gratta e Vinci. E’ accaduto ad un cliente della tabaccheria del signor S. Rubei. Il gioco che lo ha portato alla vincita fortunata è  la serie “Battaglia navale” che costa 5 euro: “Ha grattato il biglietto e dopo aver capito di aver vinto, ha chiesto un controllo alla macchina – ha raccontato il titolare della tabaccheria a Rieti Life – il terminale ha confermato la vincita, non prenotabile in tabaccheria”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Amatrice, quando la terra tremò oltre le 3 di notte

Un evento che ha baciato una delle tante persone che hanno avuto difficoltà dopo il sisma del 2016 che ha ucciso 299 persone: “Una bravissima persona del posto, e che sì, ha avuto come tutti qui, problemi a causa del sisma”. Il 24 agosto del 2016 il terremoto distrusse ben quattro centri abitati che si trovavano in prossimità dell’epicentro: i quattro luoghi più colpiti furono, oltre ad Accumoli, Amatrice, sempre nel Lazio, Arquata del Tronto e la sua frazione di Pescara del Tronto, nelle Marche. Erano le 3:36 di notte del 24 agosto 2016 e la terra tremò con una scossa di magnitudo 6.0 registrata dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) nel territorio del Comune di Accumoli, in provincia di Rieti, a circa 8 chilometri di profondità.

Leggi anche > Una malattia gli fa rischiare l’auto-decapitazione

Oltre ai quattro Comuni distrutti, il sisma colpì con dei danni diversi Comuni delle province di Rieti, L’Aquila, Ascoli Piceno e Perugia. I morti diretti furono 299 ma dopo qualche mese morirono altre quattro persone rimaste ferite durante il sisma portando il bilancio definitivo a 303. Furono poi 388 i feriti e 41 mila gli sfollati.

Leggi anche > Isola dei famosi, cambiamenti in vista

Terremoto Sicilia
terremoto Foto dal web