11enne scopre i genitori morti: “Erano in quarantena per il Covid”

E’ successo a St. Louis, nel Missouri: la mamma, Erika, era risultata positiva al Covid e insieme al marito, Scott Greenman, si era isolata. 

Morire di Covid mentre si è in quarantena. E’ quanto successo a due coniugi americani, Scott ed Erika Greenman, deceduti durante l’isolamento e tragicamente ritrovati dalla loro unica figlia, Chloe, una bambina di di 11 anni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Un’altra famiglia distrutta dal Covid

I cadaveri dei genitori positivi al Covid sono stati scoperti dalla figlia in casa. Scott ed Erika Greenman avevano saputo di aver contratto il virus all’inizio di febbraio, la donna era stata ricoverata anche per le complicanze legate alla malattia ma poi era tornata a casa. Per restare in isolamento lei e il marito erano rimasti nel seminterrato, in una stanza tutta per loro, ed è stato proprio lì che l’11enne li ha trovati ormai privi di vita.

Leggi anche –> Lillo Covid, un mese in ospedale per l’attore romano: come sta FOTO

La bimba, seguita da alcuni parenti, ha subito allertato i soccorsi sperando che si trattasse solo di un malore o una momentanea perdita di conoscenza, ma purtroppo per i suoi genitori non c’è stato nulla da fare. A seguito dell’indagine di rito, la Polizia non ha trovato nulla di sospetto nella loro morte che potrebbe essere correlata alla malattia. La coppia era conosciuta da tutta la comunità di St. Louis, nel Missouri, come generosa, gentile e amorevole.

Leggi anche –> Covid, due bimbi nati morti sono risultati positivi: come si sono contagiati

Un conoscente ha raccontato al Mirror: “Perdere entrambi i genitori contemporaneamente, per un bambino di 11 anni, è davvero tragico. L’anno scorso a Natale sono venuti a trovarci e ci hanno dato dei biscotti. Erano le persone più gentili che abbia mai conosciuto. Stiamo pregando per la ragazza e la loro famiglia”. La loro gioia più grande era proprio Chloe, che ora si ritrova sola e disperata.