Piano vaccini, Crisanti: “Per la distribuzione serve Amazon, non l’Esercito”

Meglio affidarsi ad Amazon per il Piano vaccini, secondo Andrea Crisanti. Il virologo reputa il colosso di e-commerce migliore dell’Esercito.

Andrea Crisanti Piano Vaccini
Andrea Crisanti sul Piano Vaccini Foto dal web

Piano vaccini, il virologo Andrea Crisanti parla in diretta streaming nel corso del ‘Caffè del Mercoledì’. Si tratta di un appuntamento settimanale presieduto dalla Fondazione Luigi Einaudi. Il noto docente di Microbiologia dell’Università di Padova critica la scelta del Governo di affidarsi al generale Francesco Paolo Figliuolo come sostituto di Domenico Arcuri.

Leggi anche –> Sardegna zona bianca, dall’8 marzo si entra con vaccino e tampone negativo

Proprio il generale Figliuolo è ora il nuovo commissario straordinario della gestione dell’emergenza Covid in Italia. Il 59enne originario di Potenza è anche comandante logistico dell’Esercito italiano da quasi tre anni. Sarà suo compito presiedere anche la buona riuscita del Piano vaccini, con una distribuzione che dovrà avvenire in maniera efficiente e capillare su tutto il territorio nazionale. Ma Crisanti contesta per l’appunto questa mossa, una delle prime intraprese dal nuovo Governo presieduto da Mario Draghi. E ribadisce invece come sarebbe molto più producente fare quanto da lui stesso affermato due mesi fa. “Allora proposi di avvalerci del know how e delle strutture a disposizione di Amazon. Non lo dico per caso. Parliamo infatti del sito di e-commerce più grosso del mondo. Pur nutrendo il massimo rispetto possibile per il generale Figliuolo e per il Genio, ritengo che in confronto agli ingegneri di Amazon lui sia un apprendista”.

Leggi anche –> Anticorpi monoclonali, via ai test sull’uomo in Italia: “Potrebbe guarirci in 3-4 giorni”

Piano vaccini, Crisanti vorrebbe il ceo di Amazon al posto di Figliuolo

Il perché Crisanti reputi il colosso fondato nel 1994 da Jeff Bezos come soggetto ideale per distribuire i vaccini in tutta Italia trova questa spiegazione. Da anni Amazon gestisce milioni e milioni – forse miliardi – di spedizioni al giorno. E lo fa sempre in tempi molto ridotti, con consegne che avvengono il più delle volte all’indomani di un ordine inoltrato.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Scuole a rischio chiusura: in quali regioni gli studenti tornano alla Dad

Perciò sarebbe stata una mossa niente male avvalersi delle figure professionali che lavorano nel leader della distribuzione online e sfruttare le sue strutture per potere dare un enorme impulso al Piano vaccini. “Il fatto che Figliuolo sia un generale è certamente un fattore importante dal punti di vista mediatico. Ma io mi sentirei più tranquillo se al suo posto ci fosse lo chief executive officer di Amazon”.

Foto screenshot