Caos Pd: Nicola Zingaretti, dimissioni da segretario del partito

Nuovo Caos nel Pd: lascia Nicola Zingaretti, dimissioni da segretario del partito con un annuncio via Facebook.

(Giuseppe Bellini/Getty Images)

Mossa a sorpresa da parte del segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, il quale lascia improvvisamente il suo partito senza guida. Lo fa con un post su Facebook, in cui parla di “stillicidio” e denuncia un senso di vergogna per il fatto che nel Pd “da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie”. Questo mentre tanti sono i problemi al tappeto in Italia, dalla terza ondata Covid alla crisi economica.

Leggi anche -> Nicola Zingaretti ringrazia la D’Urso, caos sui social: pioggia di commenti negativi

Nicola Zingaretti ha spiegato nel suo post di avere salvato il partito in due anni e di avercela messa tutta “per spingere il gruppo dirigente verso una fase nuova”. Il segretario parla da chi si sente colpito alle spalle, mentre evidenzia “il rilancio di attacchi anche di chi in questi due anni ha condiviso tutte le scelte fondamentali che abbiamo compiuto”. Sottolinea come la scelta la fa per il “bene” del Partito Democratico.

Leggi anche -> Barbara D’Urso, l’elogio di Zingaretti scatena il caos: la reazione di Selvaggia Lucarelli

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le dimissioni di Nicola Zingaretti: le ragioni del suo gesto

Sottolinea infatti ancora il segretario dimissionario: “Visto che il bersaglio sono io, per amore dell’Italia e del partito, non mi resta che fare l’ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità. Nelle prossime ore scriverò alla Presidente del partito per dimettermi formalmente”. Appuntamento dunque a quando si terrà l’Assemblea Nazionale, che “farà le scelte più opportune e utili”, il prossimo 13 e 14 marzo.

Dunque, Nicola Zingaretti sottolinea di aver fatto la sua parte ed evidenzia: “Io ho fatto la mia parte, spero che ora il Pd torni a parlare dei problemi del Paese e a impegnarsi per risolverli”. Anche se arrivano all’improvviso, si tratta di dimissioni che potevano anche essere nell’aria visto quanto avvenuto in queste settimane, dalla caduta del governo Conte-bis in poi. Peraltro, anche la base pare non gli abbia perdonato “l’elogio” pubblico sui social network di Barbara D’Urso.

tweet Zingaretti