Amadeus interrompe Fasma e Nesli: “Fermate tutto”

La terza serata del Festival di Sanremo è appena all’inizio e già ci sono diversi problemi, tanto che Amadeus interrompe tutto

Amadeus interrompe Sanremo

La terza serata del Festival di Sanremo è quella che generalmente mette in pausa la gara per dedicarsi ad un tema scelto che cambia di anno in anno. Questa sera ci saranno i 26 cantanti della categoria Big che si esibiranno con cover di canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Questo è il tema scelto: quei brani che hanno fatto la storia, commuovendo e diventando la colonna sonora di milioni di italiani. Ad ogni modo, sembra che anche questa sera non mancherà il divertimento perché è appena accaduto qualcosa di veramente scioccante. Dopo le prime quattro esibizioni dei cantanti in gara è arrivato il turno del rapper Fasma, che si esibisce con il collega Nesli. Ma qualcosa non va perché il conduttore Amadeus si mette in mezzo e dice “Fermate tutto!”

Leggi anche –> Sanremo 2021, Orietta Berti attacca: Qui fanno tutti così

Amadeus

Perché Amadeus è intervenuto?

I due rapper sul palco dell’Ariston lì per lì non capiscono e cercano di continuare imperterriti la loro esibizione. Ma il conduttore di questa 71° edizione del Festival di Sanremo si impone e riesce a fermare Nesli e Fasma. Il motivo? Apparentemente, uno dei microfoni dei due artisti non stava funzionando a dovere. Per questo motivo, Amadeus si è visto costretto ad interrompere la cover della canzone di Tiziano Ferro del 2011 La fine, proprio mentre i telespettatori si stavano scaldando. Capito che non era una scena alla “Bugo e Morgan” come nello scorso Festival di Sanremo, Nesli e Fasma hanno accettato di buon grado il volere di Amadeus, che ha mandato la pubblicità, così da dare il tempo agli artisti e ai tecnici di sistemare il problema che si era creato.

Leggi anche –> Scaletta di Sanremo, terza serata: ordine di uscita dei cantanti per i duetti

Questo è il primo grande inghippo della serata, chissà che cosa vedremo con il passare delle ore.

Amadeus Fasma