Gel alcolico e sapone, le differenze per lavarsi le mani: cosa è meglio?

Gel alcolico sapone differenze, in cosa differiscono queste due modalità di pulire le mani ed anche le superfici contro virus e batteri.

Gel alcolico e sapone differenze
Gel alcolico e sapone differenze Foto dal web

Gel alcolico e sapone, la differenza qual è? È presto detto. I primi hanno una azione atta a disinfettare, i secondi invece sono deputati a detergere. Da quando il Coronavirus fa tristemente parte delle nostre vite, sentiamo parlare di quanto sia importante presiedere con maggiore cura alla pulizia delle mani ed alla cura dell’igiene personale. Infatti il virus si diffonde più facilmente quando occhi, naso o bocca entrano in contatto con delle mani sporche.

Leggi anche –> Attentato in centro di test Covid: esplosione in mattinata FOTO

E quindi potenzialmente contaminate. Per questo è necessario tenere le stesse sempre ben pulite, ma questo vale anche per le superfici di casa con le quali entriamo più spesso in contatto. Curare l’igiene delle mani è un qualcosa che possiamo attuare proprio con gel alcolico e sapone. Quest’ultimo sarà sufficiente a rimuovere sporcizia e microrganismi presenti sulle nostre estremità superiori. A patto che le si lavi per almeno una trentina od una quarantina di secondi in maniera approfondita. Occorre strofinare con cura, soprattutto le parti più esposte al tatto come le dita. E poi asciugare con cura. Un sapone non ha certo delle proprietà antibatteriche, ma è comunque efficace in questa funzione. Questo grazie anche all’azione dell’acqua corrente ed allo sfregamento delle mani. La pelle umana non è liscia bensì rugosa ed in alcune intercapedini è più facile per virus e batteri annidarsi.

Leggi anche –> Vaccino Covid, l’Aifa: “Una sola dose per chi è già guarito dal virus”

Gel alcolico sapone differenze, quali sono le proprietà

Il sapone ha come proprietà quelle di essere idrofilo e lipofilo allo stesso tempo. Affine cioè all’acqua ed ai lipidi. Questo chimicamente lo rende molto efficace e predisposto a creare, con i suoi tensioattivi, le cosiddette ‘micelle’. Ciò avviene quando tali tensioattivi confluiscono in acqua rispetto alla concentrazione di sporco. L’azione dell’acqua funge poi da effettivo risciacquo per liberare il tutto. Insomma, il sapone si lega sia allo sporco sulle mani che ai lipidi dei quali i batteri si servono, disfacendoli. L’acqua serve per ‘sgombrare il campo’. Invece le soluzioni alcoliche agiscono danneggiando i virus ed i corpi batterici nella loro struttura compositiva, emulsionandone anche i lipidi.

Leggi anche –> Lombardia, rischio zona rossa: il piano per proteggere Milano

Come agisce una soluzione alcolica

L’alcol etilico, come ad esempio l’etanolo, dissolve le membrane lipidiche dei virus. Che è propria anche dell’agente portatore del Covid. Le preparazioni alcoliche possono essere liquide, in gel oppure sotto forma di salviette umidificate. Quest’ultime però comportano anche una problematica di impatto ambientale oltre che costare di più nella loro produzione. Nelle soluzioni liquide troviamo alcol, acqua, propilenglicole, glicerolo od altro, che hanno il compito di non fare disidratare la pelle. Nei gel la loro particolare conformazione prolunga quello che è il tempo di contatto con la pelle. Cosa che aumenta anche l’attività dell’alcol contro virus e batteri.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Covid, la proposta di Bassetti: “Vacciniamo subito i calciatori”

Qual è il metodo più consigliato per lavarsi le mani

Non a caso un gel si asciuga con tempi superiori rispetto ad un liquido. Ma una soluzione disinfettante non è efficace quanto il sapone nel ripulire la sporcizia di qualunque tipo. Ed anche se è migliore del sapone stesso proprio perché disinfetta, abbiamo visto come quest’ultimo risulti comunque essere efficace. Le soluzioni con gel hanno dalla loro però il fatto di essere più pratiche e veloci. Non a caso restano la procedura preferita in ambito medico-sanitario. La prassi da seguire per tutto consiglia, se possibile, prima di lavarsi le mani con acqua e sapone. E di farlo con la dovuta accuratezza. E poi di impiegare un gel disinfettante subito dopo avere asciugato con cura.