Il farmacista di Max Gazzè: testo, video e significato della canzone di Sanremo 2021

Max Gazzè è in gara al Festival di Sanremo per la sesta volta nella sua carriera con il brano Il farmacista. 

Questa sera inizia la 71esima edizione del “Festival di Sanremo” e Max Gazzè si presenterà per la sesta volta all’Ariston in 22 anni. Nel 1999 l’artista si era presentato tra le Nuove Poste con “Una musica si può fare“.

L’anno dopo Max Gazzè si è presentato a “Sanremo” con “Il timido ubriaco“, otto anni più tardi con “Il solito sesso” e cinque anni dopo con i brani “Sotto casa” e “I tuoi maledettissimi impegni“. L’ultima apparizione del cantante è stata nel 2018, aggiudicandosi il settimo posto con “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno“. Quest’anno sarà in gara con “Il farmacista“, insieme alla Trifluoperazina Monstery Band.

LEGGI ANCHE -> Musica leggerissima di Colapesce Dimartino: testo, video e significato | Sanremo 2021

LEGGI ANCHE -> Ora di Aiello: testo, video e significato della canzone di Sanremo 2021

Il Farmacista di Max Gazzè: il testo del brano

(Si può fare!)
Polvere d’amore,
Té verde due bustine
E non mi dici
Più che non ti va
Dimetisterone
Poi Norgestrel in fiale
Per chiuderci
Una notte
In camera!
Son tutte
Soluzioni al natural
Amore
Mio
Vedrai che male
Non ti fa
Te le ho create io
Ma in nome
Della scienza
Per quella tua tendenza
Alla rigidità!
Trifluoperazina,
Stramonio e Pindololo
Un pizzico
Di Secobarbital:
Somministra
Prima
Di un logorroico
Assolo
E via anche questa
Smania di parlar!
Non c’è neppure
Controindicazione
Amore
Mio,
Ti dirò come
Si starà
Senza
Il pesante
Tuo brusio
Da conferenza
Che mi rompe
L’anima!
Io ho la soluzione
(Si può fare!)
Per un tormento
Che attanaglia,
Punto
Debole o magagna
E qualsivoglia
Imperfezione!
Per tutto
Invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto
Mai
In nessun’altra
Se non te dopo
La cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto
Mi ringrazierai!
Noci,
Zafferano,
Lavanda e passiflora
Poi ci
Mettiamo
Anche del guaranà:
Travasare piano
L’essenza su verdura
Contro lo shopping
È una favola!
E per i troppi
Tuoi salti
D’umore,
Fiore
Di Bach
E aggiungo
Vitamina E
Ma addizionando
Del trifoglio rosso
Posso
Cancellarti
Anche lo stress!
Io ho la soluzione
(Si può fare!)
Per la pettegola
Che origlia
Vanità,
Coda di paglia
O qualsivoglia
Imperfezione!
Per tutto
Invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto
Mai
In nessun’altra
Se non te dopo
La cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto
Mi ringrazierai!
Ma adesso
Aspetta
Cara, c’è
Un problema:
Questa camicia m’incatena
Un po’
Me l’hanno stretta
A forza sulla schiena
Non chiedermi perché,
Io che ne so!
(Si può fare!)
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto
Mai
In nessun’altra
Se non te dopo
La cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto
Mi ringrazierai!
Io ho la soluzione
(Si può fare!)
Per un tormento
Che attanaglia,
Punto
Debole o magagna
E qualsivoglia
Imperfezione!
Per tutto
Invento,
Stai tranquilla,
Una bio-chimica pozione!
(Ma che cos’è?)
È quel miracolo
Che non ho visto
Mai
In nessun’altra
Se non te dopo
La cura,
E stai sicura
Che stavolta
È quella buona
E presto
Mi ringrazierai!

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il Farmacista” è un dialogo tra se stesso e la maschera della donna amata, in cui Gazzè impersona una farmacista con una passione per la lingua italiana e gli incastri linguistici. In un periodo di grande confusione, il brano vede l’uomo come portatore di verità e di soluzioni per tutti i mali che affliggono la donna.