Amadeus, la commovente lettera in diretta: “Ecco perché ho fatto Sanremo”

Sanremo 2021, la commovente lettera scritta da Amadeus per aprire la prima serata: “Ecco perché ho fatto Sanremo”.

Inizia al buio la prima serata della 71esima edizione del Festival di Sanremo, il festival musicale più importante in Italia. Quest’anno i conduttori, Amadeus e Fiorello, come lo scorso anno, hanno deciso di iniziare la serata in un modo molto particolare: al buio, a luci spenti, hanno scherzato tra di loro. Dopo poco le luci del Teatro Ariston si sono accese, e Amadeus ha finalmente fatto ingresso sul palco più amato dal pubblico italiano.

Amadeus, la commovente lettera letta in diretta durante la prima serata di Sanremo 2021

Amadeus ha raccontato al pubblico di aver scritto, ieri sera, una lunga lettera che è stata poi pubblicata questa mattina su di un importante giornale italiano. Parte della lettera è stata letta ad alta voce durante i primi minuti di questa prima serata: era ovviamente impossibile iniziare un Festival così importanti senza parlare della pandemia, che ormai da quasi un anno ha stravolto la vita di tutti noi. E Amadeus ha detto: “È incredibile quello che abbiamo vissuto tutti, nessuno escluso, dalla fine del Festival 2020 a oggi. Un anno difficilissimo che ha messo a dura prova tutti e tutto: la pandemia ci ha stravolto la vita, a tanti ha fatto perdere gli affetti, il lavoro, la sicurezza del presente e il sogno del futuro. Con tutto questo negli occhi, nella testa e nel cuore ho pensato a lungo se fosse giusto farlo, il Sanremo del 2021. Io ero disponibile ma sentivo tanta incertezza intorno”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Potrebbe interessarti leggere anche –> Sanremo oltre la diretta tv: dallo streaming alle repliche

Così Amadeus ha spiegato le ragioni che lo hanno spinto a decidere di condurre di nuovo il Festival di Sanremo. Poco dopo la sua commovente lettera Fiorello lo ha raggiunto sul palco, e insieme i due hanno scherzato sulle poltrone vuote e il silenzio nel teatro: gli applausi che si ascoltano, infatti, sono tutti registrati.