Achille Lauro, chi è la madre Cristina Zambon: è amministratrice della sua agenzia

Tutti conoscono la regina di Sanremo 2020 Achille Lauro, pochi conoscono la sua famiglia. Ecco tutto quello che sappiamo sulla mamma, Cristina Zambon. 

Senza dubbio tra le rivelazioni di Sanremo 2019, con quella che sarebbe stata una hit generazionale “Rolls Royce“, probabilmente il vincitore morale di Sanremo 2020, Lauro de Marinis, aka Achille Lauro non ne sbaglia una e non smette mai di stupire il suo pubblico. Quest’anno, torna sul palco dell’Ariston alla 71 edizione del Festival di Sanremo in qualità di ospite speciale e in una veste diversa, presentando cinque quadri-performance con l’originalità e la libertà che l’ha sempre contraddistinto, fin da quando era un giovane trapper di nicchia senza il vasto mercato che si è guadagnato oggi. Lauro ha sempre ricordato e rispettato le sue origini e ne ha parlato fin dalle prime canzoni, fin dal quel primo Barabba Mixtape, dai testi decisamente più espliciti e pieni di rabbia, rispetto ad oggi, in cui raccontava la sua realtà e il suo mondo. Ma in pochi questo mondo lo conoscono davvero. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla mamma di Lauro, Cristina Zambon.

Achille Lauro, chi è la madre Cristina Zambon?

Una delle prime apparizioni televisive di Cristina Zambon, che è nata a Verona, risale al 2017. Lauro era ancora un giovane rapper con le treccine e iniziava a conquistare la classifiche trap insieme al producer e amico Boss Doms. Durante una delle ultime puntate di “Pechino Express”, infatti, i due concorrenti, che gareggiavano nella coppia dei “Compositori“, sono stati eliminati ad un passo dalla finale.  La notizia dell’uscita dalla gara è stata comunicata loro proprio dalle madri. E’ apparsa così, accanto alla mamma di Boss Doms, la signora Cristina Zambon, una donna elegante e pacata.

Leggi anche–> Achille Lauro, chi è il padre Nicola De Marinis: magistrato della Corte di Cassazione

A differenza di suo padre, l’avvocato Nicola De Marinis, con cui Lauro non ha un rapporto idilliaco, di sua madre Cristina, il cantante ha sempre parlato e sempre bene. Fin dalle prime interviste dopo Sanremo 2019, a partire dalla chiacchierata con Mara Venier, Lauro ha sempre espresso quanto sia grato a sua madre per quello che gli ha insegnato.  “Mia madre é sempre stata una persona altruista, generosa.” – ha detto Lauro – “Abbiamo vissuto con altri bambini perché mia mamma prendeva in casa figli di famiglie in difficoltà, anche quando possibilità non ne aveva.

Leggi anche–> Sanremo 2021, primi colpi di Amadeus: Ibrahimovic, Achille Lauro, Elodie

Il riscatto sociale ed economico, caro a tanti ragazzi come Lauro vissuti in condizioni difficili e che hanno trovato una strada alternativa attraverso la musica, spesso il rap, ha investito naturalmente anche Cristina Zambon. Oggi la donna è amminstratrice e manager dell’agenzia No Face, di proprietà del cantante, dopo una vita di lavori saltuari e difficoltà. “Ho visto per tutta la vita i miei farsi il c**o e non riuscire” – ha raccontato Achille -“Mio padre spaccarsi la schiena senza avere quello che gli spettava, mia madre fare lavoretti saltuari umilianti. Da questo è nata la mia ambizione. Con i soldi del successo, ho ricomprato i gioielli di nonna Flavia dal monte dei pegni.”