Corpi carbonizzati, il ritrovamento in un’auto in fiamme: le ipotesi

Le forze dell’ordine stanno indagando in relazione al rinvenivemnto di due corpi carbonizzati trovati all’interno di un veicolo finito a fuoco.

corpi carbonizzati Ferrara
Trovati due corpi carbonizzati in provincia di Ferrara Foto dal web

Corpi carbonizzati rinvenuti in provincia di Ferrara. Il macabro ritrovamento è avvenuto nella località emiliana di Rero di Tresignana. Alcuni passanti avevano avvertito le forze dell’ordine della presenza di un’auto in fiamme. Questo ha portato i carabinieri ed i vigili del fuoco ad intervenire prontamente. Dopo avere domato le fiamme, i soccorritori e le autorità hanno quindi scoperto i corpi carbonizzati.

Leggi anche –> Bambina in ospedale: schiacciata da un carrello al supermercato, è grave

Appartenevano a due persone, entrambe maschi. La vettura era una Volkswagen Polo, intestata ad un 64enne residente a Codigoro. Proprio lui ed un suo cugino di 70 anni si ritiene che siano le vittime di questa circostanza. Il 64enne mancava di casa sin dalla giornata di domenica 28 febbraio 2021, come pure il 70enne. I loro parenti ne avevano denunciato l’improvvisa sparizione non dettata da alcun motivo valido. Per ora si tratta solo di ipotesi in quanto l’identificazione dei cadaveri non è ancora ufficialmente avvenuta.

Leggi anche –> Reggio Calabria: spinge anziano a non curarsi, arrestato il mago De Simone

Corpi carbonizzati, i carabinieri stanno conducendo una indagine in merito

Le autorità stanno indagando e hanno già raccolto le testimonianze di alcuni parenti e conoscenti delle persone scomparse. Le due salme si trovano attualmente sotto sequestro, non solo per risalire alla effettiva identità delle persone morte ma anche per cercare di individuare le cause della morte.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Bambino di 4 anni muore dopo aver ingoiato una puntina: mamma disperata

Attualmente stanno conducendo le dovute indagini i carabinieri di stanza a Ferrara, coadiuvati dai colleghi delle caserme di Comacchio e di Copparo. Al vaglio ci sono gli ultimi spostamenti degli individui dei quali era stata segnalata la scomparsa. Assieme anche al setaccio delle immagini catturate da alcune videocamere di sorveglianza installate in zona. Risulta che il più anziano dei due uomini fosse affetto da diverse gravi patologie in corso da tempo.