Vaccino Johnson & Johnson | quanto è efficace | ha due grossi vantaggi

Cosa sappiamo del vaccino Johnson & Johnson, che presto dovrebbe sbarcare in Europa. La posizione dell’Italia a riguardo.

vaccino Johnson & Johnson Italia
vaccino Johnson & Johnson Italia FOTO Getty Images

Vaccino Johnson & Johnson, ecco un ulteriore ritrovato contro la pandemia. A concepirlo è l’omonima multinazionale farmaceutica statunitense e l’Italia si è dimostrata molto interessata allo stesso. Informazioni importanti che hanno ricevuto una conferma riferiscono che esso viene somministrato con una sola dose. Cosa che lo rende molto più pratico rispetto a quello dei diretti concorrenti.

Leggi anche –> Vaccino Covid, la bruttissima notizia dalla UE: “Staremo col virus per anni”

Il vaccino Johnson & Johnson poi non richiede delle temperature di conservazione proibitive, almeno per i primi tre mesi. Infatti può essere tenuto ad una gradazione ‘da frigorifero’, come quelli che abbiamo in casa. Differisce poi dai vaccini a mRna come quelli Moderna e Pfizer perché, a differenza di quest’ultimi che usano con un solo filamento, ne utilizza uno ulteriore di Dna. E porta ad impedire al virus di replicarsi e di proliferare nel corpo di un soggetto infetto. Di scarso rilievo gli effetti collaterali osservati su un ristrettissimo gruppo di soggetti nei test della Fase 3. Alcuni hanno avuto dei mal di testa, della febbre e dei dolori nel punto dove hanno ricevuto l’iniezione. Ma tutto è durato per un periodo molto breve. L’efficacia complessiva stimata del vaccino Johnson & Johnson si attesta intorno all’86% nei casi di contagio grave.

Leggi anche –> Pregliasco avverte: “Fate subito tamponi a tappeto nelle scuole”

Vaccino Johnson & Johnson, quando arriva in Italia

Funziona particolarmente soprattutto tra gli under 60. Questo ritrovato ha ottenuto le necessarie certificazioni per la distribuzione negli Stati Uniti. Lo stesso dovrebbe accadere poi in Europa nel corso di inizio primavera, dopo il necessario via libero da parte dell’Ema, Agenzia Europea del Farmaco. Nella più rosea delle previsioni il vaccino J&J potrebbe arrivare nel nostro Continente a fine marzo, Italia compresa.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> , Lopalco: “Le scuole vanno chiuse, avanti con la DAD”

Il nostro Paese risulta averne prenotato ben 26 milioni. Si spera che anche Johnson & Johnson non tagli di colpo le dosi inizialmente concordate, come hanno fatto già Pfizer, Moderna ed Astra Zeneca senza alcun preavviso e contro ogni accordo firmato. Una buona notizia è che il vaccino J&J ha mostrato una buona efficacia contro la variante sudafricana. Con le mutazioni che, in genere, sono più resistenti ai vaccini attualmente a disposizione.