Giancarlo Magalli, perché si è separato dalla seconda moglie Valeria Donati

Un matrimonio finito sfortunatamente quello di Giancarlo Magalli e Valeria Donati, seconda moglie e madre di sua figlia.

giancarlo magalli

Tra i volti più amati e noti della televisione italiana, presentatore storico di molti tra i più seguiti programmi del piccolo schermo, Giancarlo Magalli ha avuto una brillante carriera negli studi tv. Non può dire la stessa cosa della sua vita sentimentale purtroppo: due matrimoni finiti male, da cui ha però avuto due figli che ama molto. Le prime nozze con Carla Crocivera, le seconda con Valeria Donati, farmacista innamorata di Giancarlo dopo chiamato la produzione di un programma di Raffaella Carrà. Ma perché è naufragato il matrimonio tra i due?

Giancarlo Magalli, la fine del matrimonio con Valeria Donati

Dopo la fine delle prime nozze con la Crocivera, Giancarlo si è risposato nel 1989 con Valeria Donati, con cui c’era una grande differenza di età: 40 anni lui, 23 anni lei. Ma questo non li ha ostacolati nella loro storia d’amore e nel loro matrimonio, celebrato a Roma. La Donati non ha nulla a che fare con il mondo dello spettacolo, in cui lavorava e lavora Magalli, allora come si sono conosciuti?

Leggi anche–> Giancarlo Magalli, chi è la ex moglie Carla Crocivera: hanno una figlia

Semplice, in quel periodo Giancarlo lavorava come autore di studio per Raffaella Carrà. Valeria, dalla sua farmacia, voleva contattare la redazione del programma e ha trovato proprio il numero di telefono di quello che sarebbe stato suo marito, anche se non poteva saperlo. L’incontro tra i due è stato fatale, un vero e proprio colpo di fulmine che li ha portati a sposarsi e a divorziare dopo vent’anni d’amore.

Leggi anche–> Manuela, chi è la figlia di Giancarlo Magalli: età, foto, vita privata, lavoro

Magalli non si è mai veramente ripreso da quella separazione, come ha raccontato in molte interviste. “Per me è stato un trauma.” – ha confessato – “Per il divorzio ho sofferto da morire perché le volevo bene a mia moglie, mi mancava, non ero abituato a stare solo, erano 20 anni che stavamo insieme, 22. Quindi di colpo la vita ti cambia, e in peggio cambia. Ho pianto come un vitello per mesi e mesi, poi ci si abitua a tutto, però a me è dispiaciuto, anche a nostra figlia. Infatti ancora adesso quando io le dico ‘andiamo a cena con  mamma’, lei è tutta contenta.”

giancarlo magalli