Covid Bologna, ragazzina 11enne in piena salute è grave ed intubata

È la persona più giovane presente in terapia intensiva per quanto riguarda la situazione Covid Bologna. Si tratta di una adolescente.

Covid Bologna zona arancione
Covid Bologna zona arancione FOTO Getty Images

Bologna Covid, la persona ricoverata più giovane in assoluto ad oggi risulta essere una ragazzina di soli 11 anni. L’adolescente si trova in gravi condizioni all’interno del Policlinico Sant’Orsola e respira tramite macchinari artificiali, dopo essere stata intubata. Il suo ingresso all’interno della terapia intensiva della struttura felsinea era avvenuto alcuni giorni fa dopo che l’adolescente aveva accusato un malore.

Leggi anche –> Vaccino Johnson & Johnson | quanto è efficace | ha due grossi vantaggi

Il primo ingresso in ospedale era avvenuto in realtà in un nosocomio della provincia. Poi il peggiorare del quadro clinico della giovanissima ha spinto i dottori a trasferirla al meglio attrezzato Policlinico Sant’Orsola, nelle prime ore di mercoledì 24 febbraio 2021. La 11enne non era affetta da alcuna patologia, eppure è andata incontra ad un rapido e progressivo peggioramento. La prognosi resta riservata. Colpisce il fatto che la ragazzina risulti essere così grave, dal momento che risultava in piena salute e che il virus attecchisce molto più facilmente negli adulti. Per quanto riguarda la situazione delle vittime di Covid in Italia, nel più circoscritto ambito dell’Emilia-Romagna il computo delle vittime decedute in giovane età presenta due casi recente.

Leggi anche –> Vaccino Covid, la bruttissima notizia dalla UE: “Staremo col virus per anni”

Covid Bologna, istituita la zona ‘arancione scuro’ in città e provincia

Si tratta di una 21enne originaria di Luzzara, in provincia di Emilia-Romagna, morta a novembre, e di un altro giovane di poco più grande, di una località del Bolognese. Quest’ultimo era anche affetto da una malattia. Il governatore emiliano, Stefano Bonaccini, conferma che la Regione si trova all’inizio della terza ondata. Diversi Comuni della provincia di Bologna nonché il capoluogo stesso si trovano in regime di zona arancione scuro.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Pregliasco avverte: “Fate subito tamponi a tappeto nelle scuole”

Questo vuol dire che vengono introdotte ulteriori limitazioni allo scopo di rallentare il più possibile la pandemia. In quella zona dell’Emilia, i casi sono in aumento. Per quasi tutto il mese di febbraio i nuovi contagi giornalieri hanno mostrato una media di quasi tre volte superiore a quella che è la media nazionale. E pure i ricoveri in terapia intensiva hanno visto una impennata.