Carbonara col pomodoro, pioggia di critiche alla proposta del New York Times

Carbonara col pomodoro. E’ questa la nuova ricetta proposta dal New York Times. Le risposte degli chef stellati non tardano ad arrivare.

Gli americani sono famosi per provare mix audaci e combinazioni di sapori che sono molto lontane dalla nostra tradizione. Ci eravamo abituati a vedere la pizza condita in ogni modo e fatta di ogni forma e dimensione.

Forse credevamo di averle viste tutte, ma ci sbagliavamo. Da oltreoceano arriva una nuovissima ricetta: la “Smoky Tomato Carbonara“. Solo il nome è bastato per destare gli animi del popolo del web. Scudi si sono alzati in difesa della tradizione italiana e parole velenose sono state usate contro chi ha osato mischiare ingredienti che poco hanno a che fare con la carbonara.

Carbonara col pomodoro: i commenti degli chef stellati a questa ricetta

La reazione a questa variante della carbonara è stata talmente forte che è intervenuta perfino Coldiretti definendola “agropirateria internazionale“. Un commento più comprensivo arriva da Alessandro Pipero, conosciuto anche come “The king of Carbonara“. “So’ contento mi hanno fatto la carbonara romanista, rossa e gialla. Io sono un tifoso sfegatato. Mi piace”, ha detto scherzosamente.

Leggi anche -> Simone Salvini, chi è il famoso chef vegano: età, vita privata e carriera

I toni dello chef del ristorante stellato in Corso Vittorio Emanuele prendono poi una piega più seria: “(…) Quella con il pomodoro non è certo carbonara. E’ qualcos altro”. Lo chef Pipero ha fatto di questo piatto il suo cavallo di battaglia e spiega: “nella cucina romana  ci sono poche regole ma vanno rispettate: i primi della nostra tradizione sono quattro e partono tutti dalla base di cacio e pepe. (…) La carbonara non viene sempre bene ma viene sempre bona! Nel senso che è una nostra specialità straordinaria: tramandiamo la vera tradizione”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bisogna però ammettere che la stessa critica culinaria del NYT, Kay Chun, aveva detto chiaramente che non si trattava della ricetta tradizionale. In base alla sua opinioni i pomodori conferiscono al piatto un gusto brillante, mentre la pancetta gli dà una nota affumicata.

Leggi anche -> Terry Giacomello, chi è: età, carriera, vita privata dello chef

Coldiretti usa toni molto più accesi e parla di una vera e propria “falsificazione del made in Italy“. “Il rischio reale è che si radichi nella tavole internazionali un falso made in Italy che tolga spazio di mercato a quello autentico banalizzando le specialità nostrane frutto di tecniche e territori unici”, ha commentato Coldiretti.